MOLISE/ Anziano ucciso in casa ad Ururi



URURI (CAMPOBASSO) – Un uomo di 78 anni, Antonio Camissa, è stato ucciso nella notte – intorno alla mezzanotte – a coltellate in casa ad Ururi. L’uomo è stato colpito più volte con un coltello conficcato nella schiena e nel torace. Sotto interrogatorio due badanti romene dell’uomo, da quanto si è appreso si tratterebbe di madre e figlia, che avrebbero avuto ieri sera un diverbio con la vittima che aveva scoperto ammanchi di denaro. Le donne, interrogate a lungo dai carabinieri, avrebbero invece riferito di un’aggressione subita in casa da sconosciuti a viso coperto. La vittima dell’omicidio non aveva familiari: vedovo della prima moglie, era separato dalla seconda. Inoltre aveva perso le sue due figlie: una per un incidente stradale, l’altra per una malattia. Secondo indiscrezioni, il Camissa avrebbe voluto contrarre matrimonio con una delle due romene. Da qualche giorno aveva accolto in casa le due donne rumene per essere accudito.
L’indagine è coordinata dal sostituto procuratore di Larino, Arianna Armanini.

<div class="

Precedente ROMA/ Assemblea cittadina contro i Pup (parcheggi interrati) Successivo EVENTI/ Settimana della cultura: a Roma un'offerta ricchissima