ELEZIONI 3/ Piemonte e Lazio monopolizzano l’interesse



ROMA – Archiviati quasi totalmente i responsi per le regioni “rosse” (Emilia-Romagna, Toscana, Umbria e Marche), dove il centrosinistra viene confermato, e per Lombardia e Veneto, conferma per il centrodestra (con numeri importanti per la Lega), il resto della geografia elettorale dovrebbe dire Campania (con Caldoro) e Calabria (con Scopelliti) al centrodestra, Liguria (con Burlando), Puglia (con Vendola) e Basilicata (con De Filippo) al centrosinistra. 
Le sfide più roventi – secondo le attese – rimangono quelle di Piemonte e Lazio, davvero all’ultimo voto.
In Piemonte le proiezione dicono Roberto Cota (centrodestra), ma dalle prime schede scrutinate (20% delle sezioni) la sfidante Mercedes Bresso è intorno al 48% contro il 47% dell’avversario.
Nel Lazio situazione ancora più incerta: proiezioni praticamente nulle (danno analoghe percentuali), conteggio dei voti favorevole per ora alla Bonino (50,4% contro il 49,1% della Polverini con il 20% dlele schede scrutinare).
Dai dati delle urne, insomma, si può azzardare una vittoria del centrosinistra in queste due regioni sul filo di lana.

(ore 19)

<div class="

Precedente SCONFITTI/ Antonio Di Pietro perde anche a Montenero di Bisaccia Successivo ELEZIONI 1/ I primissimi dati premierebbero il centrodestra