Vallè, l’acquolina vien cliccando: un sito “molisano” di gastronomia



Vallè, l’acquolina vien cliccando: un sito “molisano” di gastronomia

http://forchecaudine.com/gallery/00_Notizie/Valle1.jpg
http://forchecaudine.com/gallery/00_Notizie/Valle2.jpg
http://forchecaudine.com/gallery/00_Notizie/Valle3.jpg
http://forchecaudine.com/gallery/00_Notizie/Valle4.jpg
http://forchecaudine.com/gallery/00_Notizie/Valle5.jpg
http://forchecaudine.com/gallery/00_Notizie/Valle6.jpg

ROMA – L’olfatto, scriveva Marcel Proust, è il più potente dei cinque sensi.
Perché ti afferra in modo tale che, se anche pensi di opporre una resistenza, gli odori sono sempre più forti e conducono la mente dove vogliono.
Scatenano associazioni di idee, riportano a galla desideri e paure che non sapevi nemmeno di conservare in te. Gli odori sono capaci di farci viaggiare nel tempo, di farci tornare bambini.
Nella cucina della nonna si sprigionava un inebriante profumo di lievito mentre aspettavamo con trepidazione, con le mani aggrappate al tavolo, che le ciambelline di pasta crescessero prima di essere immerse nell’olio. Lei le cospargeva di zucchero dopo averle rosolate ben bene.
I ricordi della mia infanzia si legano molto agli odori. Attingo continuamente a questo senso per ripercorrere il mio passato, la mia storia. Da bambina passavo interi pomeriggi ad osservare la mia nonna paterna, abile pasticcera, impegnata nella preparazione di bignè, mont blanc, semifreddi al torrone, crostate al cioccolato. La osservavo stendere la pasta poi, mentre con una rotellina selezionava delicatamente le striscette, che mi sembravano perfette, per coprire la calda colata di cioccolato fondente. Rapita dallo strano cappuccio bianco usato per decorare le torte, mi immaginavo un giorno in un laboratorio a realizzare la torta cosparsa di panna e fragole più grande del mondo.
Oggi esiste un luogo dove i ricordi dell’infanzia possono rivivere insieme ai sapori e agli odori del passato. E’ il nuovo blog di Vallè, marca leader nei condimenti freschi, soprattutto nella produzione di margarina. Su
www.lavalledelbenessere.com gli appassionati della buona tavola trovano curiosità e idee per realizzare piatti sfiziosi, ricette che appartengono alla tradizione e a cui sono spesso legate storie che si tramandano di generazione in generazione. Chiunque, dopo essersi registrato può, nella rubrica Mani in pasta, condividere una ricetta, illustrarla con fotografie e commentarla. Gli esperti interni all’azienda forniscono consigli sui valori nutrizionali e sui comportamenti da tenere a tavola per mantenere uno stile di vita sano.
Promoter dell’iniziativa è Claudio, biotecnologo, da qualche mese entrato a far parte dell’equipe dello stabilimento milanese di Vallè Italia. Originario della provincia di Campobasso, spiega quali sono gli obiettivi del blog: “Vallè apre una finestra sul mondo di Internet per dialogare con i consumatori dei suoi prodotti, per instaurare con loro un rapporto che dal momento dell’acquisto prosegue a casa, in cucina. L’azienda, che ha fatto della freschezza e della genuinità dei suoi prodotti la sua prerogativa, nel 2008 ha firmato una “carta degli impegni” con il ministero della Salute francese (PNNS), impegnandosi a migliorare il profilo nutrizionale ed organolettico dei propri prodotti diventando, con ancor più forza, garante della perfetta combinazione tra gusto e benessere”.
Continua Claudio: “Vallè Italia, tra le aziende alimentari leader nei prodotti caseari, mi ha dato l’opportunità di parlare a 360° di alimentazione e benessere, coniugando il lato “scientifico” con quello tipicamente italiano legato alle tradizioni. Per parlare di me, devo per forza iniziare dai miei ricordi islandesi, terra del ghiaccio e del fuoco, ma anche delle sorridenti ragazze bionde che spingevano carrozzine con infagottati bebè dagli occhi blu sullo sfondo di prati verde smeraldo. Le mie esperienze si mescolano con i più recenti vissuti dell’esotica Australia… Racconti che saranno solo il trampolino di lancio per la riscoperta delle mie tradizioni italiane”.

(Ida Santilli)

DIDASCALIA FOTO:  le fasi della preparazione della sbriciolata di Ida Santilli, secondo la ricetta della nonna, abile pasticcera. Chi non ricorda tra i bojanesi la nota pasticceria Santilli in via Roma a Bojano? La ricetta la trovate su www.lavalledelbenessere.com nella rubrica “Mani in pasta”.

<div class="

Precedente WEEKEND/ A Pescopennataro con il fuoco di Sant'Antonio Successivo ROMA/ Alla Galleria di Iannone in mostra Marco Lodola