ROMA/ All’hotel Westin l’asta internazionale del tartufo



ROMA – Si terrà sabato 12 dicembre, dalle ore 14, presso l’hotel The Westin Excelsior di Roma, in collegamento con Londra, Mosca e Macao (Cina) la seconda asta internazionale del tartufo.
Dopo l’eclatante risultato della prima edizione, con la vendita del tartufo più grande del 2008, del peso di 1,100 chili, per 200mila dollari, acquistato dal magnate cinese Stanley Ho (il tartufo è stato trovato nel Molise), Giselle Oberti, producer ed ideatrice dell’asta, ha voluto continuare sulla stessa strada, ovvero superare le frontiere “interregionali” in materia di tartufo bianco pregiato, considerando che i tempi sono ormai maturi per unire tutta l’Italia del Tuber Magnatum Pico, dal Piemonte alla Sicilia, passando dall’Emilia Romagna, la Toscana, l’Umbria, le Marche e il Molise.
Questa seconda edizione, realizzata con il patrocinio del ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali e con il contributo economico di Buonitalia, devolverà il totale del ricavato dell’asta in beneficenza alle diverse fondazioni dei Paesi partecipanti: AIPD, Associazione Italiana Persone Down, sezione Marca Trevigiana e Operation Smile per la sede italiana; al Kids Company per quella inglese; alla Scuola Convitto n°51 per i minori orfani e minori senza patria potestà di San Pietroburgo per la sede russa e, per la Cina, si devolveranno i fondi ricavati alla Caritas Macao.
L’asta, unica al mondo nel suo genere, si collegherà via satellite sabato 12 dicembre alle ore 14.00, da uno dei più prestigiosi e storici alberghi della capitale, The Westin Excelsior Rome, con il ristorante Apsleys dello chef pluri-stellato Heinz Beck a Londra; con il lussuoso e fastoso hotel sette stelle di Macao “The grand Lisboa”, la nuova mecca del lusso per il gioco d’azzardo della Cina, che ha già superato gli incassi della storica Las Vegas. E’ qui che il noto chef Alfonso Iaccarino ha aperto il suo primo ristorante estero “Don Alfonso 1890”. Infine con il ristorante “Semifreddo”, dello chef Nino Graziano, 2 stelle Michelin, a Mosca.
Circa 200 persone per sede saranno pronte a lanciarsi la sfida a chi strapperà il tartufo bianco italiano più bello e più grande agli altri partecipanti.
L’asta verrà battuta da Christie’s e sarà quindi una vera asta professionale, con tartufi bianchi pregiati, di rilevanti pezzature, provenienti dai diversi angoli dell’Italia.
Informazioni: tel.06-45449062-45445620, cell. 348-7209506.

<div class="

Precedente RICERCHE/ Infrastrutture: il Sud rende meno Successivo ROMA/ Musica "molisana" alla Scuola di Testaccio