Sposarsi alla “Rotonda sul mare”



SENIGALLIA (ANCONA) – Ha ispirato la celebre canzone “Una rotonda sul mare” di Fred Bongusto, cantautore emblema degli amori estivi e della sua terra, il Molise. L’artista campobassano la scrisse nel 1962 insieme a Franco Migliacci, “come me – ha raccontato – innamorato di quel tratto di mare a nord di Ancona”.
Ora la “Rotonda a mare” di Senigallia, ristrutturata di recente e l’unica rimasta in Italia in stile Belle Epoque, sarà stabilmente aperta ai matrimoni con rito civile. Lo ha deciso l’amministrazione comunale, guidata dalla sindachessa Luana Angeloni. Occasione promozionale per la località marchigiana, visto che sono previsti anche “pacchetti turistici” legati all’eventuale matrimonio, nonché per fare cassa, dal momento che per usufruire del servizio le coppie dovranno pagare un migliaio di euro per le spese. Tuttavia, in epoche di facili emozioni e di bizzarrie, la proposta potrebbe trovare numerosi aderenti.
I matrimoni potranno essere celebrati dalle 10 alle 19. Ogni coppia avrà a disposizione un’ora di tempo per fare foto nella suggestiva “Rotonda” e intrattenersi con parenti e amici.
Inaugurata il 15 luglio 1933 per favorire il rilancio turistico della Riviera, divenuta a lungo simbolo di mondanità, è stata restaurata una prima volta negli anni novanta sotto la guida dell’architetto Alberto Bacchiocchi, che ha aggiunto alla struttura originaria elementi spiccatamente moderni, quindi riconsegnata alla città il 15 luglio 2006, dopo complessi lavori di recupero che l’hanno riportata al suo antico splendore (con un evento che ha visto proprio l’esibizione dal vivo di Fred Bongusto). Con l’ultimo intervento è stato aggiunto un nuovo grande mosaico di Enzo Cucchi collocato all’ingresso. La Rotonda è quindi diventata una location di iniziative culturali di prim’ordine. Fondendo tradizione ed innovazione. Oggi la programmazione degli eventi va dalla musica alla letteratura, dall’arte al divertimento. Sempre con l’icona di Fred Bongusto, il cantante che l’ha fatta conoscere in tutto il mondo.

<div class="

Precedente Cnel: urge ricambio generazionale Successivo Frosolone (Isernia): la corsa degli asini su Sky