Molise e Puglia: partito collegamento veloce con Croazia



TERMOLI (CAMPOBASSO) – Dopo le polemiche dei mesi scorsi e il lungo fermo durato due anni, 270 passeggeri hanno preso parte ai primi due viaggi del catamarano “Termoli Jet” che collega Molise (Termoli) e Puglia (Rodi Garganico) alla Croazia. Si tratta dell’unica imbarcazione, lunga 44 metri, che collega Italia e Croazia.
Ieri, con 58 passeggeri, il viaggio inaugurale partito alle 9.30 alla volta di Hvar (Lesina). L’imbarcazione è rientrata alle 21.30 a Termoli. La nave veloce della Ltm in tre ore e mezzo ha raggiunto le isole Dalmate Hvar e Korcula.
Soddisfatto l’amministratore della Ltm, Mario Di Pasquale, che in due mesi è riuscito a mettere a punto il nuovo collegamento turistico, attivo fino all’11 settembre. “Termoli è sicuramente il punto più vicino e comodo per raggiungere la Croazia – spiega. “Per noi è una scommessa importante. Questo collegamento internazionale avrà ricadute positive non solo per la costa, ma per l’intera regione”.
Gli fa eco Antonio Di Brino, neosindaco di Termoli: “Finalmente abbiamo questa opportunità importante per Termoli e per il Molise, e non solo per la nostra regione – sottolinea il primo cittadino del centro adriatico. “Il progetto – continua il sindaco – è di poter avviare un turismo vero per l’intero anno e non solo per 30 giorni l’anno”. Obiettivo, per bocca dello stesso Di Brino, è far diventare Termoli “la porta d’Oriente”.
L’isola di Hvar, in Croazia, è considerata tra le più belle al mondo. Ha una natura mediterranea suggestiva, con ampi campi di lavanda, antichi oliveti e vigneti, e un clima mite che attrae turisti durante tutto l’anno. Caratteristiche le piccole “konoba”, sorta di fiaschetterie con vini di fattura casalinga. Dall’isola sono molte le escursioni: gite in barca a Pakleni otoci (Isole Spalmadori), spiagge di sabbia vicino alla città di Jelsa (Gelsa), spiagge sotto le pinete di Zavala, esotici pendici meridionali in luoghi Ivan Dolac, Sveta Nedjelja e Milna, l’ atmosfera di “piccola Venezia” in Vrboska (Verbosca), lagune vicino a Sucuraj (San Giorgio).

<div class="

Precedente Il Rapporto Censis Successivo 15 maggio 2011: Stagione dei concerti