Castel San Vincenzo: lo stato del museo



ROMA – Ancora una denuncia circostanziata da parte dell’architetto Franco Valente, in prima fila nell’evidenziare "il Molise che non va".
Oggetto del suo reportage fotografico il "museo" di Castel San Vincenzo (Isernia) costato diversi miliardi di lire e oggi ridotto a "cattedrale nel deserto", ferraglia abbandonata, cumulo di materiali abbandonati.
Per il curriculum del progettista, l’architetto Antonello Stella di Roma, Valente invita a consultare la pagina: www.unife.it/dipartimento/architettura/attivita-di-ricerca/schede-docenti/STELLA_ANTONELLO.
Le foto dell’architetto venafrano, come al solito, sono eloquenti e parlano da sole.

LA STRUTTURA DEL MUSEO

LO STATO DELLE COPERTURE E DEI PANNELLI DI RIVESTIMENTO


Coperture e pannelli di rivestimento che volano da tutte le parti

GLI INTERNI





LA STRADA D’ACCESSO  


Questa è la strada di accesso al Museo archeologico di Castel S. Vincenzo


 

L’architetto Valente ha segnalato da anni questo scempio
alla Procura della Repubblica di Isernia e alla Procura Generale della Corte dei Conti.

(Alessandro Neumann)

<div class="

Precedente Campobasso: si parla di commercio Successivo Mastronardi a maggio in un film-tv