Pregiudicato campano ucciso in Molise



TERMOLI (CAMPOBASSO) – È stato sgozzato e poi finito con cinque coltellate, quattro allo stomaco e una al torace. Raffaele Scala, quarantenne originario della provincia di Napoli ma da anni residente a Termoli, in provincia di Campobasso, già noto alle forze dell’ordine, è stato trovato in tarda serata in via Diaz, nei pressi di una pizzeria e a poche centinaia di metri dalla stazione ferroviaria, riverso a terra, in una pozza di sangue. Il corpo era vicino alla sua auto, una Fiat 500 con la portiera rimasta aperta, sulle strisce pedonali, tanto che in un primo momento alcuni passanti hanno pensato fosse stato investito. Ciò fa invece supporre che l’uomo abbia cercato di scappare a piedi alla vista del suo o dei suoi aggressori, ma è stato raggiunto e finito. A dare l’allarme è stato un passante che ha notato l’auto abbandonata e ha chiesto aiuto alle forze dell’ordine. Immediati i soccorsi dei sanitari del 118 che non hanno tuttavia potuto fare altro che constatarne il decesso. Sull’omicidio indagano ora polizia e carabinieri. L’ipotesi più probabile è che si sia trattato di un regolamento di conti.
Scala a Termoli aveva lavorato anche come ausiliario del traffico.

<div class="

Precedente Colavita (olio) su "Repubblica" Successivo Repubblica: parentopoli molisana