CULTURA/ Natale di Roma: saranno oltre trenta gli eventi



ROMA – Oltre trenta eventi dal 18 al 23 aprile; settanta visite guidate gratuite in diciannove siti archeologici e monumentali e a diciotto musei. Quindi l’ormai “solito” gran finale che rievoca la storia dell’Urbe con suoni, luci e, in chiusura, pioggia di fuochi d’artificio dalla terrazza del Pincio. Roma festeggia il 21 aprile il suo 2763° compleanno ufficiale, riferito alla data leggendaria della fondazione (753 a.C., ma in realtà la città è nata molto prima). In epoca moderna il Natale di Roma si celebra ogni anno dal 1870, sempre facendo centro sull’immenso patrimonio storico-artistico della città.
Ricca l’offerta: concerti, cori, squilli di tromba dei Fedeli di Vitorchiano, rievocazioni storiche, spettacoli tridimensionali, conferenze, seminari, simulazioni di scavi archeologici, un vasto programma di visite guidate ai maggiori siti monumentali e a tutti i musei civici, aperture serali straordinarie (Musei Capitolini e mostra “L’età della conquista”), poesie romanesche e canzoni romane. Il tutto, coronato mercoledì 21 da “Romagnificat – Suoni e luci per raccontare le storie di Roma”, alle 22 e alle 23 a piazza del Popolo e, a seguire, dai fuochi d’artificio che disegneranno gli anelli olimpici nel cielo sopra la terrazza del Pincio, per salutare la candidatura romana alle Olimpiadi del 2020.
Per saperne di più: www.zetema.it, www.060608.it.

<div class="

Precedente Roma: Moffa al Pigneto, Lembo al Tina Pika Successivo Conti pubblici, Isernia e Brescia al top