Molisani in Canada: l’importanza delle radici



TORONTO (CANADA) – L’importanza delle radici per sapere chi siamo e da dove veniamo. Presso le comunità molisane all’estero è un tema ancora molto sentito. Partendo da tali premesse, la Federazione associazioni molisane canadesi, sezione Ontario (Famco), ha lanciato un appello a tutti i corregionali e a tutte le associazioni per partecipare al progetto "Dal Molise / From Molise…" che ha l’obiettivo di documentare, attraverso fotografie, storie personali e altro materiale di natura etnografica, l’immigrazione dal Molise in Ontario dal 1880 ad oggi.

Tra gli obiettivi dell’iniziativa è l’approfondimento delle ragioni per cui i molisani scelsero di andare in Canada. Ma anche le tappe del viaggio, la vita in Ontario nei primi anni d’immigrazione, il lavoro, la famiglia, gli svaghi, le associazioni e i club, il ritorno in Molise e la vita attuale.

Il progetto intende anche illustrare l’esperienza dei giovani molisanocanadesi di seconda e terza generazione che, anche se nati in Canada, mantengono le tradizioni e sono coinvolti in organizzazioni che promuovono il Molise e l’Italia in generale.

"Tra gli obiettivi della Famco ci sono la promozione della cultura molisana e l’integrazione dei molisani nel mosaico multiculturale canadese – spiega la dottoressa Roberta Iannacito, vicepresidente del Consiglio dei giovani molisani nel mondo.

"Come Federazione nel 1999 abbiamo presentato i castelli molisani durante il primo congresso dei Molisani nel mondo tenutosi a Toronto. In quell’occasione, attraverso una mostra, abbiamo voluto presentare un aspetto della storia molisana al popolo canadese. Con questo progetto, invece, vogliamo far sì che la storia della nostra comunità in Ontario sia documentata e rimanga per le generazioni future in modo permanente nella sede della Famco con foto e testi".

<div class="

Precedente Molise: stanziati fondi per borse di studio Successivo Pecore e tratturi: il Molise li snobba, il nord Europa li adora