Arena di Bojano: accordo con Jp Morgan



ROMA – È stato siglato l’accordo – che sostituisce quello sottoscritto il 29 agosto scorso – tra il gruppo alimentare molisano Arena di Bojano e Jp Morgan, società finanziaria americana, leader nei servizi finanziari globali, che in sostanza prevede la conversione di una parte del credito di JP Morgan, pari a 12,5 milioni di euro, in azioni Arena di nuova emissione. Si tratta della metà del bond da 25 milioni sottoscritto nel 2007 dall’istituto americano. Il prezzo di conversione sarà pari ad euro 0,048. E’ previsto inoltre che la restante parte del prestito obbligazionario, pari a 12,5 milioni oltre interessi maturati dal 14 settembre 2007, sarà modificata, a decorrere dal secondo closing, in un prestito rimborsabile alla scadenza quadriennale e con tasso di interesse del 7%.
La conversione porterà JpMorgan a detenere circa il 25% del capitale Arena. Prevede inoltre, come clausola, la vendita da parte di Arena dell’impianto di Castelplanio, in provincia di Ancona (dove nei mesi scorsi i sindacati locali hanno promosso incontri sul futuro aziendale) e la ricapitalizzazione per almeno 15 milioni di euro del primo fornitore di Arena, Solagrital (azienda controllata al 75% dalla Regione Molise). La ricapitalizzazione, e di conseguenza la conversione del bond, dovranno avvenire entro fine febbraio 2009.
Successivamente alla conversione in capitale di una parte del credito, e per i successivi tre anni, viene data facoltà a JP Morgan di designare tre dei sei membri del consiglio di amministrazione, un sindaco effettivo ed un sindaco supplente. Dante Di Dario mantiene la presidenza del Gruppo e avrà facoltà di designare un consigliere.
La banca Usa, fondata a fine Ottocento, diventerà così secondo socio, mentre Dante Di Dario all’esito della conversione rimarrà il maggiore azionista della società. L’imprenditore molisano potrà inoltre esercitare, a partire da settembre 2012 e fino a gennaio 2013, un diritto di opzione sulla totalità delle azioni Arena possedute da JP Morgan.
L’accordo, come quello precedente, avrà esecuzione in due fasi successive, subordinatamente al verificarsi di alcune condizioni.
Dante Di Dario, molisano, classe 1948, ha iniziato a fare business nel 1976 nei settori dell’edilizia, della sanità (Neuromed) e dell’agroalimentare (Coopconserve Molise). Nel 1997 acquista il complesso industriale di Bojano, che la società Arena di Verona possedeva nel Molise. Con la costituzione della Solagrital S.c. a r.l., società di trasformazione di prodotti agricoli e zootecnici e di lavorazione di prodotti alimentari, comincia la ristrutturazione e il rilancio dell’Arena che, nel 1999, diventa Arena Holding (con quattro sub holding: surgelati e gelati, carni avicole fresche, salumi e lattiero-caseari). Nel 2003 acquisisce la maggioranza relativa di Roncadin spa, uno dei principali produttori europei nel settore alimentare.
Si aggiudica infine la catena "Pizza Tipico", che comprende 23 outlets di produzione e consegna a domicilio di pizza e gelati.

<div class="

Precedente Molise: stanziati fondi per borse di studio Successivo Pecore e tratturi: il Molise li snobba, il nord Europa li adora