Roma: presentato volume sul Molise



ROMA – Lo scorso 4 novembre, dalle ore 16,30, nella prestigiosa sede della Società geografica italiana a villa Celimontana (Celio), mentre si abbatteva su Roma un acquazzone con pochi precedenti negli ultimi anni, ha avuto luogo la presentazione del volume "La ricchezza del Molise – potenzialità e prospettive di una montagna da scoprire", pubblicato nella collana scientifica dei Quaderni della Montagna dell’Ente italiano della montagna (Eim).

Sono intervenuti Luigi Olivieri, commissario straordinario dell’Eim, Giovanni Cannata, rettore dell’università del Molise, Gino De Vecchis, presidente dell’Associazione italiana insegnanti di geografia, Norberto Lombardi e Cosimo Palagiano, direttore della sezione di geografia del Dipartimento delle scienze dei segni, degli spazi e delle culture dell’università di Roma "La Sapienza". Erano presenti gli autori del volume, Antonio Ciaschi e Cristiano Pesaresi.

Il volume raccoglie i risultati di uno studio condotto sul territorio montano del Molise, sui problemi e sulle prospettive di una montagna ancora poco conosciuta e valorizzata. Corredata di un ricco apparato grafico e cartografico, oltre che di fotografie inedite e tabelle di approfondimento, la pubblicazione si incentra sui comuni più spiccatamente montani del Molise, con il capoluogo a un’altitudine pari almeno a 800 metri e, perciò, fortemente condizionati da handicap climatico-morfologici.

L’approccio metodologico utilizzato – frutto della combinazione di una vasta letteratura sul tema, di dati ufficiali e di informazioni ricavate tramite interviste ai sindaci e questionari ai turisti – ha permesso non solo di conoscere le peculiarità, le difficoltà e la generale condizione di accentuata fragilità dei comuni oggetto di indagine, ma anche di coglierne le potenzialità, affidate soprattutto a un patrimonio ambientale di particolare pregio e a una pluralità di beni culturali diffusi sul territorio.

Alla ricerca di soluzioni con cui frenare lo spopolamento e dinamicizzare le attività in declino, il volume, oltre che uno studio rigoroso, rappresenta anche un’occasione concreta per riflettere sugli ostacoli da rimuovere, sui programmi da avviare e sui settori che possono favorire la rivitalizzazione del sistema, operando in sinergia con le popolazioni locali, in modo da rendere fruibili le risorse delle aree montane e aprire nuove strade allo sviluppo sostenibile.

Antonio Ciaschi è docente di organizzazione del territorio montano presso l’università "La Sapienza" di Roma e di cartografia tematica per il turismo presso l’Università di Roma Tor Vergata.

Cristiano Pesaresi è dottore di ricerca in geografia economica e assegnista di ricerca presso il Dipartimento di geografia umana dell’università "La Sapienza", insegnando anche alla Lumsa.

(Giampiero Castellotti)

<div class="

Precedente Regione Molise, che "spendacciona"... Successivo Continua a calare la popolazione molisana