Lutto per la morte di Giuseppe Candela



BAGNOLI DEL TRIGNO (ISERNIA) – Giuseppe Candela, 70enne di origini molisane, ma da anni residente a Roma dove aveva svolto per decenni la professione di tassista, è morto schiacciato dal trattore che stava manovrando in località Fonte Putto di Bagnoli del Trigno (Isernia). Secondo il racconto di un testimone, l’uomo aveva terminato di tagliare l’erba e stava risalendo un tratto scosceso quando il mezzo si è ribaltato e lo ha ucciso schiacciandogli il torace. L’uomo, molto legato al paese d’origine, nel fine settimana si dedicava al lavoro nei campi. Pur essendo residente a Roma, Candela tornava spesso a Bagnoli. Da quando era andato in pensione, trascorreva ancora più tempo nel suo paese. Amava la sua terra e si dedicava con passione ai lavori nei campi. In paese tutti lo conoscevano come persona molto disponibile. La sua morte ha gettato nello sconforto tutta la comunità.

<div class="

Precedente Tifoso abruzzese picchia un massaggiatore Successivo La Transiberiana d'Italia