Congresso dei parchi nel 2010 in Italia



PIZZONE (ISERNIA) – Il Consiglio direttivo di Europarc, il maggior network europeo delle aree protette, ha deciso di svolgere l’assemblea generale di Europarc-Federation 2010, prevista per la prima settimana di ottobre, nel Parco nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise.

Giuseppe Rossi, presidente del Parco, è entusiasta: "Si tratta dell’incontro di tutte le aree protette del vecchio continente che inaugura il secondo secolo di attività dei parchi d’Europa".

Quest’anno si celebra in Svezia il centenario della nascita del primo parco europeo. L’evento del 2010 quindi si arricchisce di motivazioni.

Il congresso durerà cinque giorni e sarà articolato in una sessione plenaria di apertura e chiusura, numerosi seminari, workshop, forum nonché escursioni pre e post meeting nelle più suggestive località nelle tre regioni del parco. Nel corso del congresso verrà consegnata al parco la Carta europea per il turismo sostenibile, il cui processo di adesione è stato appena avviato con la decisione adottata lo scorso 24 ottobre dal Consiglio direttivo dell’ente.

Europarc, nota come "Federation of nature and national parks of europe", nasce nel 1973 definendosi come un’organizzazione pan-europea, politicamente indipendente, costituita da specialisti e da Enti di gestione di più di 400 aree protette nazionali in 38 paesi. Oggi comprende aree protette nazionali e regionali, organizzazioni non governative ed istituzioni accademiche coinvolte e specializzate nella gestione delle aree protette, unite dal comune obiettivo di migliorarne il livello di gestione.

Già dalle prossime settimane, informa il direttore Vittorio Ducoli "ci metteremo al lavoro per attivare un meccanismo organizzativo molto complesso, che deve essere capace di ospitare oltre 500 delegati provenienti da tutti i paesi europei e di coinvolgere attivamente la realtà locale in tutte le sue varie componenti".

(G.D.T.)

<div class="

Precedente Roma: performance di Cacciavillani Successivo Le pagelle agli amministratori