Formez: si presentano a Roma i progetti sui beni molisani



ROMA – Un incontro per presentare i progetti che il Formez PA attuerà nel prossimo biennio in Molise, in particolare uno sulla valorizzazione dei beni archeologici, e per raccogliere proposte e suggerimenti “dal basso” – in un’ottica partecipativa – da parte della comunità molisana. E’ questo il senso del “Pensatoio collettivo sul Molise” che si svolgerà mercoledì 24 luglio 2013, dalle ore 17, presso il Formez PA, in viale Marx 15, a Roma (zona Casal de’ Pazzi).
L’iniziativa vuole rappresentare una prima tappa di un percorso “partecipato” che metterà intorno allo stesso tavolo i responsabili dell’attuazione dei progetti di valorizzazione, promozione e sviluppo del territorio molisano e una serie di “animatori” della comunità molisana attraverso organismi e iniziative di spessore. Confronti proficui per raccogliere idee, mettere in rete i progetti, fare sistema e orientare le scelte future. Non a caso il primo appuntamento, presso la sede del Formez PA a Roma, vedrà la presenza di alcuni rappresentanti della folta comunità molisana di Roma, chiamati a raccolta dall’associazione “Forche Caudine”.
Sarà proprio il sodalizio dei corregionali che vivono nella Capitale a presentare, in occasione dell’incontro, i risultati della consultazione on-line sulle “eccellenze” molisane, promossa dall’associazione su un campione di quasi 400 corregionali, per lo più residenti a Roma. “Una ricerca che mira a mettere in luce i luoghi, i manufatti, i prodotti molisani che, suscitando maggiore attrazione tra gli utenti, andrebbero privilegiati nelle attenzioni da parte della pubblica amministrazione – sottolinea Gabriele Di Nucci, segretario di “Forche Caudine”.
All’evento romano si parlerà anche di cinema, grazie alla Molise Film Commission e alla presenza di Federico Pommier Vincelli, e di “Cammina Molise”, uno degli appuntamenti più suggestivi dell’estate molisana, coordinato dall’architetto Giovanni Germano e replicato da quasi vent’anni.
Nel corso dell’iniziativa sarà presentato anche un ambizioso progetto sull’innovazione in Molise, che prevede il coinvolgimento degli studenti delle scuole “creative” della Capitale e l’attivazione del primo co-working a Campobasso, a cura dell’associazione “Millepiani” di Roma.
Per informazioni: dott.ssa Chiara Colavita (389-5207336).

<div class="

Precedente Solidarietà a Dacia Maraini Successivo Termoli, c'è un futuro  per lo stabilimento Fca?