Una festa “di parte”: noi non ci saremo



Non è la prima volta, in questi nostri 25 anni di associazionismo molisano a Roma, promosso con passione e con costanza, che assistiamo – generalmente in periodi elettorali (rafforzati dalla concomitanza Roma-Lazio-Molise) – all’emersione di nuove associazioni “di molisani a Roma” che lanciano proclami “futuribili” a fronte dell’organizzazione di kermesse identitarie. Nello specifico siamo stati invitati, via e-mail, ad una festa che si svolgerà a dicembre a Roma, promossa da un esponente politico regionale molisano (che non abbiamo il piacere di conoscere), non eletto alle ultime elezioni.
Il programma della festa, inviatoci via internet, annuncia una rilevante presenza di amministratori (TUTTI della stessa fazione politica) e quindi con un netto sbilanciamento “ideologico” verso un solo versante (avremmo denunciato “l’anomalia”, come avvenuto in passato, anche per squilibri verso l’altro versante politico).
Nostri iscritti residenti in Molise c’informano che sono in corso d’organizzazione anche alcuni pullman per condurre molisani “alla gita romana”, a quanto pare “tutto spesato” (Da chi? Con quali soldi? Con quale scopo? E poi, proprio in questa fase di crisi?).
Riteniamo che tali operazioni abbiano effetti controproducenti per almeno tre motivi:
1) tendono a “spaccare”, con la “solita” politica a senso unico (tanto a destra quanto a sinistra), la comunità molisana, che invece dovrebbe essere mantenuta coesa in nome soprattutto della salvaguardia del territorio, della solidarietà, del legame verso i borghi d’origine e di una “cultura” alta;
2) riteniamo che l’imposizione di iniziative “dall’alto”, non concertate, denoti mancanza di rispetto e di sensibilità verso il lavoro svolto dalle tante associazioni che operano da anni sul territorio romano (determinando un effetto-boomerang);
3) sempre più gente è stufa del vecchio e consumato modo di acquisire consenso (e lo sta dimostrando anche nelle tornate elettorali).
Non amiamo interventi come questo, ma al fine di evitare eventuali strumentalizzazioni della nostra associazione, anche con la sola partecipazione a questa discutibile iniziativa, il direttivo di “Forche Caudine” ritiene doveroso informare i propri utenti che non sarà presente a questa manifestazione.

MAIL RICEVUTE
(rese parzialmente anonime per la privacy)

Grandi! I miei complimenti e la mia massima stima.
Roberto T.

Complimenti per l’atteggiamento e pongo due domande: chi è questo politico? Cosa ha fatto finora per i molisani a Roma?
Giuseppe

Grazie per la preziosa informazione
Angelo P.

Grazie per l’informazione…ma non sapendo di cosa si tratta…non so nemmeno dove non andrete….si può capire di più, nell’interesse della nostra comunità?
Mariassunta

Ottimo
C.

Care Forche Caudine!
“Tanto a destra quanto a sinistra”…, leggo in questo Vostro documento. Avete proprio ragione. Poniamoci al di sopra delle parti, non scivoliamo nei loro giochetti politici che sono un’offesa all’intelligenza, alla dignità delle genti di Molise. Diamola noi una solenne lezione di correttezza. Di signorilità. Siamo stufi dei loro mezzucci, delle loro ambizioni, della loro sete di notorietà.
I miei più cari saluti,
Toni D.S.

Ineccepibile, condivido pienamente, quando si avvicinano le elezioni compaiono sempre strani benefattori ma a noi interessano i benepersone, di attori ce ne sono già troppi…
Saluti, buona serata
Alessandro D.M.

Sono proprio curioso!!!! Quasi quasi ci andrei a scoprire il coperchio !!!
Pino.C.

Anche se ignoro l’identità e la collocazione politica dei promotori di questa iniziativa, condivido con voi lo spirito e la ratio della vostra scelta, nell’ambito delle finalità che animano l’Associazione: restare rigorosamente al di fuori dei giochi politici e mantenere alta la bandiera della Cultura e della crescita umana. morale e spirituale della comunità molisana.
Un caro saluto.
Antonio G.

Gentilissimi,
Encomiabile la Vostra scelta…i motivi sono tanti ma il più importante…..già ampiamente spiegato da Voi nella mail…..bisogna ribadirlo….è l’OPPORTUNISMO, chiamiamolo elettorale, chiamiamolo di interesse ma è pur sempre opportunismo. Noi che viviamo il Molise e viviamo nel Molise…non abbiamo più voglia di questa politica becera senza scrupoli e lontana dai problemi della gente. Anche qui è iniziata la fila di telefonate, saluti, inviti e pusillanimerie varie……ma i molisani ve lo assicuro…..sono stanchi e questa volta incroceranno la matita verso altri lidi……
Speranzoso di aver fatto cosa gradita, vi abbraccio.
Nicola D.M. Termoli

Grazie per il modo di fare cultura e informazione, speriamo che alle prossime occasioni elettorali i molisani (e gli italiani) sappiano dimostrare il senno che pare manchi completamente alla classe politica.
Mauro D.M.

Stimat.mo Presidente,
condivido pienamente la sua email. Ha fatto benissimo a stigmatizzare la posizione di “Forchecaudine” che è anche la nostra come associazione. Noi siamo al disopra dei partiti di dx e sx. Noi amiamo il nostro territorio e siamo sempre legati alla nostra terra. Ieri abbiamo organizzato lo spettacolo di Sabelli ” l’autodifesa del Camminate ” al Westchester Italian Cultural Center (web site WICC.COM) con un successo tra i nostri iscritti e molti molisani che vivono nell’area.
Le Auguro un Buon Lavoro.
Alfredo

Reazione lodevole.
Grazie a voi e buon lavoro.
Andrea N.

Grazie dell’informazione, nessuna meraviglia in merito a comportamenti “anomali” nel Molise, se possibile dal momento che l’invito è una comunicazione pubblica, gradirei conoscere il nome del politicante.
Saluti Gianna M. S.

Se ho ben capito chi manovra questa iniziativa, è uno che ha fatto certamente più male che bene al Molise. Non essendo più eletto in madrepatria, cerca di rifarsi una verginità nella Capitale. Bene avete fatto ad inquadrare questa festa…
Michele D.C.

Carissimi Marco e Giampiero,
condivido con il vs disappunto verso una iniziativa anonima e palesemente politica. Mi ricorda tanti gli episodi di campagna elettorale fatti di pacchi di pasta e raccolta di votanti sparsi per le campagne agnonesi. Sarà una festa amorfa, dove non si respira neanche una molecola della nostra aria. Andiamo avanti con le nostre cose serie. I fuochi di paglia durano un momento. La quercia è quercia! Vi abbraccio e in gamba come sempre!
Umberto

Molto apprezzabile la posizione di Forche Caudine!
Umberto B.

Complimenti al vostro direttivo per la puntuale informazione. Cordialità.
Vittorio M.

Per quanto poco possa valere, hai tutta la mia approvazione e mi associo senza altri commenti a quanto hai scritto. Un caro saluto.
Renato Q.

Concordo pienamente con la vostra presa di posizione e pur non sapendo chi è la figura in questione e a quale schieramento appartiene, ritengo che non si possa e non si debba strumentalizzare alcuna associazione di molisani in Italia o all’estero ad eventi di parte. Se si vuole promuovere appuntamenti politici si abbia il coraggio di chiamarli col proprio nome invitando in modo trasparente i riferimenti dei partiti e non confondendo gli obiettivi di tali eventi con il rispetto che si deve portare ai molisani tutti che risiedono a Roma o in un qualsiasi altro posto del mondo.
Michele P.

Caro Giampiero
sono totalmente d’accordo con te.
Buon lavoro e cordiali saluti
Maria Stella

Nessuno può farvi sentire inferiore senza il vostro consenso (Roosevelt)
Nunzio

Gent.le Forche Caudine,
avete ragione, mi sembra una classica manovra elettorale questa manifestazione. Speriamo non sia pagata con soldi pubblici.
Un saluto.
Carmine B.

Complimenti….!!! Grazie a Voi!
Azienda Xxxxx

Per fortuna si riduce sempre più di numero il Popolo-Bue, quello che garantisce un voto anche a fronte di un piatto di pasta e fagioli. I politicanti debbono piantarla di trattare gli elettori come una massa di pecore. Speriamo che i giovani cambino nel profondo questo paese.
Giovanni D.B.

<div class="

Precedente Alemanno e Ratzinger, l'albero compratelo all'Ikea ! Successivo La vittoria di Obama