Patrick Cutrone, forza da attaccante

Patrick Cutrone, calciatore italiano, è nato a Como (frazione Parè di Colverde) il 3 gennaio 1998 da padre di Campobasso (avvocato) e madre lariana (casalinga).
Abita a Parè, un paese a pochi chilometri dal confine con la Svizzera.
La sua carriera ha inizio nella Parediense, una delle tante polisportive di Como, dove esordisce a cinque anni tra i Pulcini. Ad appena otto anni viene tesserato dal Milan, nel cui settore giovanile si fa notare realizzando 136 gol.
Nell’estate 2016 viene aggregato alla prima squadra per il ritiro estivo dal nuovo allenatore Montella.
Esordisce in serie A a soli 19 anni, il 21 maggio 2017, nella vittoria per 3-0 sul Bologna alla penultima giornata, entrando però al novantesimo minuto.
Nella stagione seguente viene inserito stabilmente in prima squadra e il 27 luglio debutta in Europa League giocando contro l’Universitate a Craiova Nella gara di ritorno, disputata il 3 agosto, segna il primo gol da professionista.
Il 20 agosto 2017, alla prima giornata di campionato, realizza la prima rete in serie A nella gara vinta (3-0) sul campo del Crotone. Il 23 novembre realizza la prima doppietta con il Milan, nella gara di Europa League vinta 5-1 contro l’Austria Vienna.
Segna anche al debutto in Coppa Italia, nel successo contro l’Hellas Verona (3-0); nei quarti di finale della stessa competizione, realizza il gol che decide il derby con l’Inter. E’ il miglior marcatore stagionale con 18 gol, dieci dei quali realizzati in campionato.
Con l’arrivo di Krzysztof Piątek, viene però relegato alla panchina. Termina la stagione con 9 gol totali, di cui tre realizzati in campionato.
Con 10 reti, è il marcatore più prolifico nella storia del Milan in Europa League.
Il 30 luglio 2019 viene ufficializzato il suo trasferimento a titolo definitivo al Wolverhampton per la cifra di 18 milioni di euro più bonus. Il 14 settembre 2019 segna la sua prima rete con la maglia dei Wolves nella sconfitta casalinga per 2-5 contro il Chelsea.
Ha esordito nella nazionale italiana il 23 marzo 2018, a 20 anni, entrando al posto di Immobile nel secondo tempo della partita contro l’Argentina disputata a Manchester e vinta per 2-0 dai sudamericani.

Precedente Vincenzo Cuoco, il primo grande “politologo” Successivo Raimondo D’Inzeo: la storia dell’ippica