Poesia / INCONTRO ALLA CONDIVISIONE

Pubblichiamo una poesia di Umberto Berardo per i nostri lettori:

Voglio rimanere così,

penetrato dal sole che sorge

ad illuminare la giornata

di chi è felice

e l’altra di chi piange

o muore disperato.

Aspiro da figlio indegno e infedele

a stare nella Parola

tante volte letta

ed altrettante

dimenticata,

mistificata,

tradita,

ma anche talora

meditata,

amata,

sognata,

portata a fatica dentro lo stile di vita

nel sogno del bene e del bello.

Sento così quella Forza

che sconvolge il cuore e la mente,

che guida verso nuovi orizzonti

fuori dalla gabbia ristretta

di povere aspirazioni

che chiudono nell’egoismo

la porta dell’amore

dove vive

l’unico spessore etico

della vita.

È dura rileggere

“va, vendi quello che hai

e dallo ai poveri”,

ma Tu ribadisci più volte

che la salvezza

è solo nella condivisione,

lievito della giustizia sociale.

Sto provando a capire

incamminando i passi

sull’unica via

per essere giusto.

Spingimi avanti

se mi giro,

per favore.

(Umberto Berardo)

Precedente Buone vacanze ! Successivo I vincitori del 62mo Premio Termoli