Quel “Campobasso” nel film “Il tifoso, l’arbitro e il calciatore”

L’emittente Cine 34 ha trasmesso per due giorni il film “Il tifoso, l’arbitro e il calciatore” del 1982, una divertente commedia all’italiana con numerosi riferimenti al Molise.

Si tratta di un film a episodi. Nel primo episodio Alvaro Presutti, interpretato da Alvaro Vitali, di professione usciere, è un arbitro che dirige Lazio-Campobasso, che finirà uno a uno con i tifosi laziali inferociti per un rigore concesso all’ultimo minuto ai molisani. Non fantascienza: in quegli anni la Lazio, che era in serie B, incontrò più volte il Campobasso, tra l’altro subì una sconfitta in terra molisana per uno a zero. L’epilogo furono gli scontri diretti a fine torneo con Taranto e proprio Campobasso per non retrocedere in C.

Altri due riferimenti al Molise vengono dalla lista degli attori: Salvatore Baccaro, Enzo Cannavale, Franco Caracciolo, Mario Carotenuto, Pippo Franco, Martufello, Mario Mattioli, Marisa Merlini, Daniela Poggi, Gigi Reder, Carmen Russo, Alvaro Vitali.

Ebbene, Salvatore Baccaro era nato a Roccamandolfi, poi trasferito a Roma e morto prematuramente a Novara. Invece Franco Caracciolo era nato a San Martino in Pensilis, anche lui scomparso prematuramente a 48 anni dopo aver recitato in tanti film, aver fatto parte delle Sorelle Bandiera ed inserito nel 1987 da Renzo Arbore per il suo programma di successo Indietro Tutta: l’attore molisana faceva parte del corpo di ballo delle Ragazze Coccodè.

Precedente Il Molise piange Flavio Bucci Successivo Presidenza di Confindustria, riflettori su Licia Mattioli