Rafah, gli Usa fermano l’invio di armi a Israele: “Siamo stati chiari fin dall’inizio”

(Adnkronos) –
Stop Usa all'invio di armi a Israele contro l'offensiva a Rafah. Ad spiegare che gli Stati Uniti "stanno attualmente rivedendo alcuni degli invii di aiuti militari a breve termine" a Tel Aviv "nel contesto degli eventi che si stanno sviluppando a Rafah" è stato il segretario alla Difesa, Lioyd Austin, in un'audizione al Congresso, dopo che fonti dell'amministrazione Biden hanno confermato che è stato bloccato l'invio delle bombe più potenti, nel timore che venissero usate per l'offensiva a Rafah.  "Siamo stati chiari sin dall'inizio nel dire che Israele non doveva lanciare un'ampia offensiva contro Rafah senza tenere in conto e proteggere i civili che si trovano sul campo di battaglia", ha dichiarato Austin confermando che "mentre valutiamo la situazione, abbiamo fermato un invio di munizioni ad alto carico". Il capo del Pentagono ha poi precisato che non è stata ancora presa "una decisione finale su come procedere" riguardo a questo invio. —internazionale/[email protected] (Web Info)

Articoli correlati