Russiagate, perquisizioni a Europarlamento Bruxelles e Strasburgo

(Adnkronos) – Il 'Russiagate' prende quota, a meno di due settimane dalle elezioni europee. La polizia giudiziaria federale di Bruxelles, su ordine di un giudice istruttore del Tribunale di lingua fiamminga di Bruxelles, ha effettuato oggi una perquisizione a casa di un dipendente del Parlamento Europeo a Schaerbeek, un Comune di Bruxelles-Capitale, e nel suo ufficio al Parlamento Europeo a Bruxelles. Lo comunica la Procura Federale.  Allo stesso tempo, in stretta collaborazione con Eurojust e le autorità giudiziarie francesi, su richiesta del giudice istruttore belga è stata effettuata anche una perquisizione nell'ufficio dello stesso dipendente nella sede del Parlamento Europeo di Strasburgo.  Le perquisizioni rientrano in un caso di ingerenza, corruzione e appartenenza a un'organizzazione criminale e riguardano indizi di ingerenza russa, secondo cui membri del Parlamento Europeo sarebbero stati avvicinati e pagati per promuovere la propaganda russa tramite il sito web Voice of Europe. Per la Procura Federale, "ci sono indicazioni che il dipendente del Parlamento Europeo in questione abbia svolto un ruolo importante in questa vicenda". —internazionale/[email protected] (Web Info)

Articoli correlati