Sanremo, i cantanti più ricercati in rete

La competizione di Sanremo non è più soltanto quella sul palco, “combattuta” a colpi di note e microfoni, ma si estende anche al web. 

Per individuare quali siano i cantanti che, almeno in rete, suscitano più curiosità, SEMrush ha analizzato le parole chiave digitate sui motori di ricerca online dagli utenti in Italia negli ultimi 12 mesi, stilando la classifica della popolarità sul web tra i cantanti in gara al Festival della Canzone Italiana.

Secondo lo studio, sul primo gradino del podio della popolarità Elettra Lamborghini, ereditiera nipote dell’imprenditore Ferruccio Lamborghini, che negli ultimi anni si sta affermando come cantante pop e reggeton, con una media di 436.500 ricerche mensili in media. Secondo posto per Achille Lauro a quota 285.417, che, dopo il successo ottenuto nell’edizione 2019 del Festival con il singolo Rolls Royce, torna ad esibirsi sul palco più famoso d’Italia. Terzo posto per Elodie, molto amata dai giovani, anche per la sua partecipazione al programma Amici di Maria De Filippi, che nell’ultimo è protagonista in media di 254.625 ricerche ogni mese. 

È interessante notare come le prime posizioni della classifica siano occupate cantanti molto giovani, tutti sotto i 30 anni: Elettra Lamborghini ha appena 25 anni, mentre Achille Lauro e Elodie ne hanno 29. 

Questa prima classifica è basata, sulle ricerche online effettuate da gennaio a dicembre 2019. Ma cosa accade se prendiamo in considerazione soltanto il mese di dicembre, in cui hanno iniziato a girare le prime indiscrezioni sui big in gara, fino ad arrivare alla comunicazione ufficiale a fine mese?

Sostanzialmente, poco o niente. Elettra Lamborghini è sempre al primo posto con 450.000 ricerche, mente Elodie (301.000) e Achille Lauro (201.000) si scambiano la posizione, e sono rispettivamente seconda e terzo. Quarta classificata, invece, è Tosca, che nella classifica generale, al contrario, è appena tredicesima. Con le sue 165.000 ricerche nel mese di dicembre, non è molto distante da Lauro in terza posizione.

Precedente Il 10 febbraio la Giornata internazionale dell'epilessia Successivo La fuga dei cervelli, una piaga da affrontare subito