Giornale realizzato da giornalisti e professionisti d’origine molisana sparsi per il mondo. Sede centrale: Roma

Due primizie del Molise

Due primizie del Molise, tra Casacalenda e Bonefro
La prima è di Fontenuova, il Caseificio artigianale di Giovanni Nomaro, non lontano da Biosapori, in Casacalenda. Un formaggio, ancora bianco come un latticino (sottovuoto), impastato con le vinacce delle Cantine di Angelo D'Uva di Larino.
Una squisita delicatezza che, appena entra in bocca e scivola sul palato, si apre come un ventaglio e, così, si diffonde appagando il gusto. Ottimo come apertura, ma, personalmente, l'ho trovato superbo a chiusura di un pranzo, quando ti lascia con la bocca piena che racconta e lega tutto quello che hai mangiato. Ti viene facile dire, con i lombardi, la bocca non è stracca se non sa di vacca. Un applauso a Giovanni.
La seconda bella e interessante novità, che farà impensierire qualche multinazionale, è il BRODO VEGETALE ESSICCATO dell'Azienda San Vito- Natura etica, dei Di Memmo, tutti giovani dalle antiche tradizioni, che operano subito dopo il confine di Casacalenda, nel Comune di Bonefro, anche qui in provincia di Campobasso.
Un Brodo vegetale
Sano e salutare, composto di verdure essiccate, poco calorico, tutto naturale e senza olio di palma, glutammato e sale;facile e veloce da utilizzare (un cucchiaio raso in ½ litro d'acqua bollente prima di buttare la pastina o il riso, il tutto legato con un filo di olio extravergine, meglio se di oliveti coltivati su queste colline);Conveniente, visto che ogni porzione (il barattolo ne contiene 12) non si spende più di 50 centesimi di euro.Tutte le verdure sono prodotte in modo naturale nell'azienda dei Di Memmo


(Pasquale Di Lena - gennaio 2018)