Giornale realizzato da giornalisti e professionisti d’origine molisana sparsi per il mondo. Sede centrale: Roma

Provocazione dei molisani:  votiamo Patrick Cutrone

../gallery/04_Eventi_promossi/363_-_Cutrone.jpg

Si sono tutti dimenticati dei molisani che vivono fuori regione o all'estero. Il tema dell'emigrazione è ‘sparito' dall'agenda degli aspiranti consiglieri regionali. Una mancanza che fa notare l'associazione Forche Caudine, un punto di riferimento per i tantissimi molisani sparsi per il mondo. Che ora, per protesta, minaccia di votare un molisano che è andato via dalla nostra regione. Ma non parliamo di Elio Germano, attore impegnato e ‘ambasciatore del Molise' nel mondo, il più apprezzato e il più votato per la carica di governatore nel sondaggio effettuato sempre da Forche Caudine lo scorso marzo.

Questa volta gli emigrati molisani sono pronti a ‘scommettere' sul talento del Milan, attualmente uno degli attaccanti più promettenti della serie A: Patrick Cutrone, già premiato poco tempo fa dalla Regione Molise con l'Ercole sannita come sportivo dell'anno. Lo voterebbero gli emigrati molisani chiamati alle urne il prossimo 22 aprile. Un po' come avvenuto alle elezioni presidenziali in Egitto del 2018, dove il calciatore Mohamed Salah, pur non essendo candidato, ha ottenuto oltre un milione di preferenze.Esprimendo la propria preferenza per Cutrone sulla scheda elettorale, gli emigrati molisani «esprimerebbero il loro scontento perché nei programmi di buona parte degli oltre trecento candidati al consiglio regionale il tema dell'emigrazione è quasi del tutto assente».
Un disinteresse che ha creato un po' di malcontento, come esplicita il segretario dell'associazione Gabriele Di Nucci: «In campagna elettorale non mancano mai promesse di faraonici progetti relativi a grandi opere infrastrutturali, alla valorizzazione dell'agricoltura e dei suoi prodotti, al supporto per le imprese, al miglioramento della sanità». Nessuna idea o iniziativa per i molisani emigrati. «Eppure, in un periodo di forte crisi per il Molise - aggiunge Di Nucci - sarebbe opportuno ripartire dalle persone, specie da quelle che vivono lontano dalla propria terra e che hanno acquisito competenze che sarebbe utile intercettare e utilizzare. Ecco perché, in modo provocatorio, qualora all'emigrazione non venga riservato il posto che le spetta nel dibattito politico locale, invitiamo i corregionali lontani dalla propria terra ad emulare i tanti supporter di Salah votando un protagonista d'origine molisana che si sta facendo realmente onore, il calciatore Patrick Cutrone del Milan».
Un modo per riportare sulla terra il dibattito dell'infuocata campagna elettorale molisana e per richiamare l'attenzione sul patrimonio umano e professionale delle 700mila persone d'origine molisana sparse in tutto il mondo.

(Stefania Potente, da Primonumero)