Giornale realizzato da giornalisti e professionisti d’origine molisana sparsi per il mondo. Sede centrale: Roma

Incontro con Robert De Niro

../gallery/04_Eventi_promossi/101_Robert_De_Niro.jpg

A cura di Gabriele Di Nucci, Giampiero Castellotti, Roberto Colella e Andrea Rosati.

In occasione dell'inaugurazione della mostra dedicata al padre Robert De Niro senior a Roma, "Bob" incontra una rappresentanza di molisani dell'associazione "Forche Caudine", i quali gli fanno dono di materiale cartaceo e digitale sul Molise.


ARTICOLI


Agenzia AISE (Italiani nel mondo)
17/05/2005   - ore 13.36 

ROBERT DE NIRO INCONTRA I MOLISANI DI ROMA:
ANCORA STRETTO IL MIO LEGAME CON L'ITALIA 

ROMA\ aise\ - A Roma per l'inaugurazione di una mostra dedicata all'arte del padre (vedi AISE del 10 maggio 2005 h.18.03), ieri, 16 maggio, Robert De Niro, ha avuto anche un breve incontro con alcuni rappresentanti dell'associazione "Forche Caudine", il circolo che raccoglie 43 mila molisani residenti nella capitale che hanno voluto omaggiare l'illustre corregionale.
Dvd e libri del Molise sono stati consegnati all'attore che, grato, ha sottolineato lo stretto legame che ha con l'Italia. Il suo bisnonno partì da Ferrazzano, in provincia di Campobasso, a fine ottocento. Suo padre nacque a Syracuse, New York, nel 1922, tra tanti italo-americani, diventando un rinomato pittore astratto, trasferitosi, poi, a Parigi. Nato nel 1943 a New York, nella chiassosa Little Italy, Robert De Niro, secondo un recente sondaggio compiuto dall'autorevole rivista "Empire", è il più grande attore vivente, seguito da Al Pacino, Jack Nicholson, Paul Newman, Marlon Brando, Anthony Hopkins, Morgan Freeman, Dustin Hoffman, Clint Eastwood, Sigourney Weaver, Gene Hackman, Harrison Ford, Sean Connery, Meryl Streep, Ian McKellen, Christopher Lee, Sidney Poitier, Robert Redford, Alan Rickman e Judi Dench.
Soprannominato "Bobby Milk" per il suo pallore, ha sempre calcato le scene. A dieci anni recitava in teatro ne "Il mago di Oz" e a sedici anni nell'"Orso" di Cechov. Ha imparato l'arte della recitazione presso il Dramatic Workshop, il Luther James Studio e infine il prestigioso corso di Lee Strasberg.
L'esordio cinematografico nel 1965 in un film girato in Francia "Tre camere a Manhattan", dove è apparso per pochi minuti. Il primo regista a credere in lui è stato Brian De Palma, con il quale ha girato tre film tra il 1966 e il 1970: "A Wedding Party", "Ciao America! " e "Hi Mom". Ma il primo ruolo importante è arrivato con Martin Scorsese e il suo "Mean Street" che ha lanciato il trentenne De Niro nel cinema che conta. (aise)

-------------------------------------------------------------------------

GRTV - Agenzia di Stampa Internazionale - 17 maggio 2005

L'incontro promosso dal circolo molisano "Forche caudine"
ROBERT DE NIRO INCONTRA A ROMA I "CORREGIONALI" MOLISANI

GRTV_Un omaggio alle origini italiane dell'attore Robert De Niro. Promotori alcuni rappresentanti dell'associazione "Forche Caudine", il circolo dei 43 mila molisani residenti nella Capitale, che ieri hanno consegnato direttamente all'attore italoamericano, a Roma insieme a Meryll Streep per l'inaugurazione della mostra dedicata al padre Robert De Niro senior, dvd e libri del Molise, regione da cui partirono i bisnonni dell'attore.
Robert De Niro ha ringraziato i corregionali per il gesto, sottolineando il proprio stretto legame con l'Italia. I bisnonni dell'attore, Giovanni Di Niro e Angelina Mercurio, partirono da Ferrazzano (Campobasso) a fine ottocento. All'arrivo negli Stati Uniti, per un errore di trascrizione, il cognome fu modificato in De Niro. Suo padre nacque a Syracuse, New York, nel 1922, tra tanti italoamericani, diventando rinomato pittore astratto e trasferendosi quindi a Parigi. Robert De Niro è nato nel 1943 a New York, nella chiassosa Little Italy, lavorando nel cinema a fianco di tanti italoamericani.
Un recente sondaggio, compiuto dall'autorevole rivista Empire, ha consacrato De Niro il più grande attore vivente, seguito da Al Pacino, Jack Nicholson, Paul Newman, Marlon Brando, Anthony Hopkins, Morgan Freeman, Dustin Hoffman, Clint Eastwood, Sigourney Weaver, Gene Hackman, Harrison Ford, Sean Connery, Meryl Streep, Ian McKellen, Christopher Lee, Sidney Poitier, Robert Redford, Alan Rickman e Judi Dench.
Soprannominato ‘Bobby Milk' per il suo pallore, ha sempre calcato le scene.
Ad appena dieci anni recitava in teatro ne Il mago di Oz e a sedici anni nell'Orso di Cechov. Ha imparato l'arte della recitazione presso il Dramatic Workshop, il Luther James Studio e infine il prestigioso corso di Lee Strasberg. L'esordio cinematografico nel 1965 in un film girato in Francia Tre camere a Manhattan, dove è apparso per pochi minuti. Il primo regista a credere in lui è stato Brian De Palma, con il quale ha girato tre film tra il 1966 e il 1970: A Wedding Party (Oggi sposi), Ciao America! e Hi Mom.
Ma il primo ruolo importante è arrivato con Martin Scorsese e il suo Mean Street che ha lanciato il trentenne De Niro nel cinema che conta.

--------------------------------------------------------------------------------

News ITALIA PRESS agenzia stampa - N° 96 - Anno XII, 17 maggio 2005

De Niro a Roma incontra il Molise delle origini

Nella "città eterna" in occasione dell'inaugurazione, ieri, della mostra dedicata al padre pittore, ha ricevuto dvd e libri del Molise dall'associazione "Forche Caudine"
Roma - Robert De Niro a Roma incontra i "corregionali" molisani. Nella "città eterna" in occasione dell'inaugurazione, ieri, della mostra dedicata al padre pittore, dal titolo "Robert De Niro Senior, 1922-1993 " (nello spazio espositivo, Galleria delle Esposizioni Benucci), alcuni rappresentanti dell'associazione "Forche Caudine" - il circolo dei 43 mila molisani residenti nella Capitale - hanno consegnato direttamente all'attore, dvd e libri del Molise, Regione da cui partirono i bisnonni dell'attore (Ferrazzano, per la precisione)
Robert De Niro ha ringraziato i "corregionali" per il gesto, sottolineando il proprio stretto legame con l'Italia.
Per l'occasione, inoltre, l'attore ha confermato anche il suo convolgimento nella realizzazione di un festival cinematografico, simile a quelli di Cannes e Venezia, che dovrebbe tenersi a Roma ad ottobre 2006, presso l'Auditorium. "Stiamo lavorando al Festival del Cinema di Roma ", ha detto De Niro.
Una occasione, la mostra, per riportare a Roma il mitico interprete di "Taxi Driver", "C'era una volta l'America", "Toro Scatenato" - solo per citarne alcuni - dopo l'evento, dei mesi scorsi, negli spazi suggestivi del Museo Andersen.Una occasione per rendere omaggio a Robert De Niro Sr., nato nello Stato di New York, Syracuse , nel 1922, da genitori italiani emigrati negli Stati Uniti.
Pittore noto ed apprezzato in America durante tutto il corso della sua lunga e appassionata carriera di artista e di insegnante, De Niro Sr. approda in Italia, a dodici anni dalla sua morte avvenuta a New York nel 1993.Il lungo soggiorno in Francia, dal 1961 al 1964, segna indelebilmente la sua pittura nel senso di un marcato influsso della tradizione pittorica francese , cezanniana e matissiana, che si evidenzia nel segno, nella forma e nel colore.
Alle linee sciolte e mobilissime dei suoi tanti disegni a carboncino fortemente contrastati corrispondono i segni forti e altrettanto fluidi nonchè le macchie accese di colore dei suoi olii su tela, a creare immagini in perenne dinamismo espressivo - si tratti di paesaggi, figure o nature morte - nelle quali si fondono l'occhio di un artista figurativo, la tecnica di un espressionista astratto e la disciplina di un pittore tradizionalista.
Pittore nel senso proprio della parola e personalità dai multiformi interessi, De Niro ha scritto egli stesso su alcuni artisti da lui prediletti (Boucher, Corot, Degas, Manet, Bonnard, Soutine, Munch) e altrettanta enfasi creativa ha manifestato nei suoi poemi ritmati in versi, poi raccolti nel volume A Fashionable Watering place (San Francisco, 1976).News ITALIA PRESS