Giornale realizzato da giornalisti e professionisti d’origine molisana sparsi per il mondo. Sede centrale: Roma

Presentazione libro: "Taccuino Sannita"

../gallery/04_Eventi_promossi/234_Taccuino_sannita.jpg

Taccuino sannita. Ricette molisane degli anni Venti
Rispoli - giovedì 3 dicembre , ore 17:00
Presentazione libro
La cucina racconta la storia, così le pietanze si arricchiscono di altri contenuti. Interverranno con l'autrice l'editrice Francesca Silvestri, la critica d'arte Brunella Buscicchio e Giampiero Castellotti Presidente Associazione Forche Caudine

Taccuino sannita. Ricette molisane degli anni Venti, ali&no editrice, della giornalista e critica d'arte Manuela De Leonardis è nato all'interno di un progetto di letteratura gastronomica dell'Accademia Italiana Gastronomia Storica. Il libro è accompagnato da un interessante Glossario che spiega termini, cotture e metodi desueti mutuati spesso dalla tradizione popolare, racconta attraverso le ricette la vita molisana degli anni Venti del Novecento. La parte storica è curata da Vittorio Sallustio, Presidente Unione Cuochi Molise, mentre le illustrazioni sono opere realizzate in esclusiva per questa pubblicazione da Jack Sal, artista minimalista concettuale di fama internazionale.La Biblioteca Rispoli nell'ambito delle iniziative di Roma Capitale e Biblioteche di Roma presenta la mostra Jack Sal. Il Quaderno di Nonna / Ricette Molisane (a cura di Brunella Buscicchio e Manuela De Leonardis) con le tavole realizzate dall'artista per il libro Taccuino Sannita. Ricette molisane degli anni Venti (ali&no editrice 2015) di Manuela De Leonardis.

Il Quaderno di Nonna / Ricette Molisane è una serie di dodici opere realizzate nel 2015 - incluso Buon Appetito (2015) - che hanno per soggetto la memoria, tema cardine della poetica dell'artista statunitense. Sal ha fotografato un tovagliolo ricamato dalla nonna dell'autrice oltre che il ricettario originale, soffermandosi su dettagli delle varie scritture femminili che si sono alternate nelle pagine del manoscritto, come pure su ingredienti e nomi di ricette. Al linguaggio fotografico l'artista minimalista concettuale ha associato il nastro chirurgico di seta, insieme all'inchiostro. La traccia lasciata dall'inchiostro sul nastro, attraverso il fenomeno dell'assorbimento e della colorazione parziale, definisce un confine labile e incerto che diventa metafora della memoria stessa.
Taccuino Sannita coverIl libro Taccuino sannita. Ricette molisane degli anni Venti (uscito nel maggio 2015 per i tipi di ali&no editrice) della giornalista e critica d'arte Manuela De Leonardis nasce all'interno di un progetto di letteratura gastronomica dell'Accademia Italiana Gastronomia Storica e vede il coinvolgimento di Vittorio Sallustio, Presidente Unione Cuochi Molise. Il Molise è la terra degli antichi Sanniti, una regione prevalentemente montuosa dell'Italia meridionale, che dal 1861 al 1963 è stata associata amministrativamente agli Abruzzi. La cucina racconta in maniera diretta la storia, traducendo in termini di gusto anche i radicali cambiamenti socio-culturali di questa terra: così le pietanze si arricchiscono di altri contenuti. Nella preparazione di molte ricette tipiche, come i caragnoli, i mostaccioli, i fiadoni, i raffiuoli, i bocconotti - ma anche del sartù di riso e della frittura a scapece - si riflette l'influenza della gastronomia napoletana e pugliese, a loro volta frutto dell'elaborazione della stratificazione di tradizioni secolari di sudditanza a popoli diversi. Insieme ad un ricco ricettario, appartenuto alla bisnonna dell'autrice e custodito gelosamente dalle donne della sua famiglia, suddiviso per pietanze salate e dolci, il libro contiene un interessante Glossario che spiega termini, cotture e metodi desueti mutuati spesso dalla tradizione popolare, raccontando nel contempo la vita molisana degli anni Venti del Novecento.
Jack Sal (Waterbury, Stati Uniti, 1954), artista minimalista concettuale inizia il percorso artistico con il cliché-verre. Le sue opere sono presenti in numerose collezioni pubbliche e private, tra cui Museum of Modern Art, New York; Ludwig Museum, Colonia; Museum moderner Kunst, Vienna; Detroit Institute of Art; Yale University Art Gallery, New Haven; International Center of Photography/ICP, New York; Museum of Contemporary Photography, Chicago; Stedelijk Museum, Amsterdam; Bibliotheque Nationale, Parigi; Israel Museum, Gerusalemme; Baltimore Museum of Art; Centro per l'Arte Contemporanea Luigi Pecci, Prato; Center for Creative Photography Tucson (USA); Postmuseum, Frankfurt/Main; Chrysler Museum, Richmond (USA); Incontri Internazionali d' Arte, Roma; Fotografiche Akademie GDL, Stuttgart (Germania); American Academy, Roma; Istituto Nazionale per la Grafica, Roma; Biblioteca di Cascia/Provincia di Perugia; Fondazione Lungarotti/Museo Del Vino, Torgiano (Perugia); Sony Deutschland, Köln, MAC - Museo d'Arte Contemporanea di Lissone.
Brunella Buscicchio (Napoli, 1974) è curatrice indipendente. Ha collaborato per dieci anni con gli Incontri Internazionali d'Arte, lavorando con Graziella Lonardi Buontempo e Achille Bonito Oliva per la realizzazione di numerose mostre e coordinando dal 2006 le varie attività dell'associazione. Nel 2015 ha curato, insieme a Manuela De Leonardis, la mostra Contemporaneo. Aniello Barone, Alessandro Bianchi, Dario Coletti, Martin Devrient, Virginia Ryan, Paola Salerno, nel circuito della XIV edizione di FotoGrafia - Festival Internazionale di Roma, Doozo.
Manuela De Leonardis (Roma, 1966), storico e critico d'arte, curatore indipendente. Scrive di arti visive su il manifesto/Alias, Exibart, art a part of cult(ure). Con Postcart ha pubblicato A tu per tu con i grandi fotografi - Vol. I (2011), A tu per tu con i grandi fotografi e videoartisti - Vol. II (2012); A tu per tu con gli artisti che usano la fotografia - Vol. III (2013) ed è ideatrice e curatrice di Cake. La cultura del dessert tra tradizione Araba e Occidente (2013). E' autrice anche del Taccuino Sannita. Ricette molisane degli anni Venti (ali&no editrice 2015).