Giornale realizzato da giornalisti e professionisti d’origine molisana sparsi per il mondo. Sede centrale: Roma

Incontro su Aldo Moro

../gallery/04_Eventi_promossi/127_Un_momento_della_presentazione_libraria.jpg



Presentazione del volume "L'attualità politica di Aldo Moro negli scritti giornalistici dal 1937 al 1978" (Tullio Pironti editore, 170 pagine, 12 euro) scritto dal giornalista Antonello Di Mario.

Sopra: due immagini della manifestazione svoltasi presso la sede di "Forche Caudine".


RASSEGNA STAMPA

giornale "ABITARE A ROMA"
(www.abitarearoma.net/incontro-su-aldo-moro-promosso-da-forche-caudine)

Incontro su Aldo Moro promosso da "Forche Caudine"

Il 22 giugno 2007 alle 17 presso l'associazione dei molisani, in via Foligno. Sarà presentato il libro del giornalista Antonello Di Mario

di Claudia Tifi - 11 giugno 2007

"L'attualità politica di Aldo Moro negli scritti giornalistici dal 1937 al 1978" (Tullio Pironti editore, 170 pagine, 12 euro) scritto dal giornalista Antonello Di Mario sarà presentato venerdì 22 giugno alle 17 presso la sede dell'associazione ‘Forche Caudine', in via Foligno.
Dalla rilettura degli scritti dello statista pugliese tratti da "Azione Fucina", "Studium", "Ricerca", "La Rassegna", "Pensiero e Vita", "Il Giorno" emergono esami seri, scrupolosi e lungimiranti dei fenomeni politici e sociali, un'analisi a tutto campo molto influenzata dall'opera del filosofo francese Jacques Maritain, autore di ‘Umanesimo integrale', tradotto nel 1937 da Giovanni Battista Montini, futuro papa Paolo VI.Il libro si apre con una prefazione di Nicola Mancino, vicepresidente del Consiglio superiore della magistratura; ha una presentazione di Claudio Vasale, ordinario di Storia delle dottrine politiche presso "La Sapienza" di Roma, e un'introduzione di Agnese Moro, terzogenita dello statista.
E proprio le parole della figlia sono la testimonianza più forte di una figura cardine nella storia della Repubblica italiana: "Papà è vivo, in quegli articoli, come in ogni suo scritto. Perché c'è sempre l'impegno di una vita e l'assoluta mancanza di mediocrità. Credo si debba essere grati ad Antonello per avercelo riproposto, con tanta intelligenza e umanità. Quelle riflessioni, quell'amore per il suo paese e per gli esseri umani, quel bel mescolio di realismo e di speranza, può dirci ancora tanto. E spronarci a fare del nostro meglio".L'ingresso è libero ma è necessaria la prenotazione inviando un'e-mail a: [email protected] ,
Per ulteriori informazioni: 06-7029692.

RASSEGNA STAMPA

CITY (quotidiano free press), 22 giugno 2007