Giornale realizzato da giornalisti e professionisti d’origine molisana sparsi per il mondo. Sede centrale: Roma

Partecipazione al Forum P.A. a Roma

../gallery/04_Eventi_promossi/181bis_ForumPA.jpg

(da UN MONDO DI ITALIANI)

Forche Caudine, l'associazione dei molisani a Roma, alla mostra della pubblica amministrazione

di Carmelina Rico -

Forche Caudine, la corposa associazione di Molisani a Roma che promuove eventi Forche Caudineculturali e sociali di forte pregnanza, partecipa, anche quest'anno al "Forum PA", mostra della pubblica amministrazione. Dal 9 al 12 maggio, presso la nuova Fiera di Roma, in ben 27 eventi si parlerà del Molise.

(UNMONDODITALIANI) Torna il "Forum PA" alla Fiera di Roma dal 9 al 12 maggio, la più importante esposizione sull'innovazione nella pubblica amministrazione e nei sistemi territoriali, quest'anno incentrata sul valore delle "reti".
La Regione Molise, per l'occasione, promuove un ricchissimo calendario di eventi, che spaziano dalle realtà amministrative a vere e proprie offerte culturali.
Diversi e originali i progetti presentati.
Il primo progetto che verrà presentato si intitola "Muse - Musei Spazi in rete". Si tratta di un progetto che nasce all'interno del Progetto "Molise Cultura" realizzato dal Formez per la Regione Molise e la Fondazione "Molise Cultura" con il fine di realizzare una governance di settore per la promozione culturale del territorio molisano. L'idea progettuale intende applicare la metodologia gestionale della Governance nel settore specifico dei musei.
Attuale è il progetto "Molise digitale" che mira alla promozione di specifici settori del patrimonio bibliografico della Regione Molise, poco valorizzato e conosciuto, attraverso il processo di digitalizzazione. Il progetto, tramite l'adesione ai programmi Culturali che il MIBAC cura secondo le linee della Comunità Europea (Cultura Italia, Minerva), incrementerà le potenzialità di fruizione del patrimonio culturale della regione mediante condivisione e diffusione in rete e contribuirà a promuovere, migliorare e consolidare l'immagine del Molise nel contesto nazionale e internazionale.
Un progetto importante è quello che riguarda "Le minoranze linguistiche nel Molise". Nella Regione Molise, infatti, sono presenti la minoranza linguistica croata (Comune di: Acquaviva Collecroce, Montemitro e San Felice del Molise) e la minoranza linguistica arbereshe (Comune di: Campomarino, Montecilfone, Portocannone e Ururi).
Nell'ambito della tutela delle minoranze linguistiche storiche, previste dalla legge dello Stato n. 482/99, la Giunta regionale, a seguito di accordi con i sette Comuni di minoranza linguistica, approva annualmente, con delibera, il Progetto unico regionale che viene poi trasmesso alla Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento Affari regionali , che con proprio Decreto provvede alla ripartizione dei fondi previsti dagli articoli 9 e 15 della citata legge. La gestione dei progetti unici regionale viene affidata all'Assessorato alla Cultura/Ufficio Minoranze linguistiche. Inoltre la Regione Molise, con propria legge n. 15/97 "Tutela e valorizzazione del patrimonio culturale delle minoranze linguistiche del Molise", in ossequio all'art. 6 della Costituzione che afferma che la " Repubblica tutela con apposite norme le minoranze linguistiche", valorizza, promuove e sostiene - attraverso contributi annuali ai 7 Comuni diminoranza linguistica, - il patrimonio culturale delle Minoranze linguistiche storicamente presenti nel territorio, quale elemento non secondario della cultura molisana.
Un progetto di valorizzazione artistica è quello intitolato "Museo virtuale dei Sanniti" che ha il fine di far conoscere le radici etniche del popolo Sannita. I Sanniti, la cui tribù più importante, i Pentri, avevano fondato a Bojano la loro ricchissima capitale, hanno impresso, per decine di lustri, l'impronta della propria civiltà sulle terre che dal Gran Sasso arrivavano fin giù alle coste della Magna Grecia. Il progetto nasce dall'esigenza di far conoscere l'epopea del nostro antico popolo raccogliendo le sue vestigia in un unico luogo virtuale dove il visitatore riuscirà a percepire l'importanza che i Sanniti ebbero nella storia. Un portale Internet che fungerà da collettore ed espositore dei reperti e dei luoghi sannitici, gestito dalla Regione Molise che più di ogni altro territorio può rivendicare le origini di questo antico popolo. Il Museo dei Sanniti, inteso come "collettore culturale", sarà composto da un portale internet dedicatoa quest'unico argomento e comprenderà immagini e video realizzati con le moderne tecnologie digitali (visioni dinamiche del luoghi archeologici, immagini tridimensionali dei reperti, oggetti ruotabili per una visione globale), corredati da testi storici ed esplicativi. Saranno esposte testimonianze archeologiche conservate in diversi musei non solo nazionali nonché molti di quei reperti conservati nei depositi museali e mai mostrati ai visitatori per mancanza di spazi espositivi. Si potrà condurre l'ospite alla visita virtuale delle aree archeologiche, preludio al viaggio vero e proprio che il visitatore sarà invogliato a fare (anche mediante indicazioni turistiche e commerciali annesse).
Molti altri i progetti che verranno presentati e che vedono come protagonista la Regione Molise.