Giornale realizzato da giornalisti e professionisti d’origine molisana sparsi per il mondo. Sede centrale: Roma

Roma, partecipazione al presidio di lavoratori molisani in lotta

../gallery/04_Eventi_promossi/346_Lavoratori_in_lotta.jpg

Forche Caudine porta la solidarietà ai 1.744 lavoratori in lotta per la mobilità con un sit-in e un volantinaggio davanti al ministero del Lavoro in via Veneto a Roma.

I lavoratori in mobilità in deroga hanno chiesto il rispetto della delibera del Consiglio regionale numero 242 del 29 dicembre 2017, il completamento della istruttoria comunicata il 15 gennaio dalla segreteria della Direzione generale di Ugo Menziani per consentire al ministro una attenta valutazione della vertenza e lo sblocco dei pagamenti della mobilità in deroga da parte della Direzione nazionale dell'Inps.
Nel corso della giornata sono intervenuti diversi rappresentanti della società civile, del sindacalismo e delle istituzioni per portare la propria solidarietà e vicinanza ai lavoratori in lotta. Tra questi Andrea Gianfagna, ex segretario della Camera del Lavoro di Campobasso, poi segretario generale nazionale di Federbraccianti e della Filziat. Intorno a mezzogiorno, in rappresentanza della associazione Forche Caudine, sono giunti Renzo Rea e poi Gabriele Di Nucci insieme al presidente Giampiero Castellotti, recentemente insignito del titolo di Ambasciatore dei Molisani nel Mondo.
Hanno fatto tappa al sit-in, spiega il consigliere regionale Michele Petraroia, «anche dirigenti nazionali, personalità politiche ed esponenti sindacali a conferma del valore simbolico di una mobilitazione che 'non si limita solo a rivendicare un diritto spettante per legge ma assume il rilievo di difesa della dignità di un intero territorio abbandonato dalle istituzioni nazionali». La mobilitazione è stata premiata: la delegazione è stata ricevuta dal direttore generale del ministero del Lavoro Ugo Menziani.

(dai giornali Primonumero e MoliseDoc)