Una poesia di Umberto Berardo

INTROSPEZIONE

C’è il sole,
anche il calore
in un’atmosfera irreale
dove la paura non ha voglia
neppure di respirare.
Troppo dolore,
sofferenza agghiacciante,
solitudine indifesa,
paradossi oscuri
attanagliano paurosi
i pensieri
che hanno tanta voglia
di fuggire dal male
dell’incertezza nera
che sconcerta
vite fragili
in cui svanisce ogni serenità.
Eppure…
dentro il deserto
in cui talora sembra spegnersi
anche la voglia di vivere
innaffieremo
la pianta della speranza,
volontà  cocciuta
per dare altro senso
a un’esistenza
guidata dall’amore
avvinghiandosi con le unghie
alla bellezza della vita
                       Umberto Berardo

Precedente Trucillo, caffè del Sud che punta alla sostenibilità Successivo La sanità deve essere pubblica