Velletri: stazione ferroviaria e zona artigianale grazie al molisano Righini in Regione

Si parla di approvazione storica nei giornali locali. Di quelle che potranno lasciare un segno tangibile sul futuro sviluppo del territorio. Merito della Regione Lazio e dell’emendamento del consigliere regionale di Fratelli d’Italia, Giancarlo Righini, originario di Termoli.

L’emendamento approvato

E’ stato approvato l’emendamento al DEF (Documento di Economia e Finanza Regionale) presentato dal consigliere di FdI, che sul filone degli investimenti per l’ammodernamento della rete ferroviaria ha fatto inserire l’istituzione di una nuova stazione lungo la rete Roma – Formia (che si prolunga fino a Napoli), da costruirsi a Velletri, in località Cinque Archi. Stazione che dovrà essere a servizio, tra le altre cose, della futura zona artigianale, che dovrà sorgere nella stessa zona.

“E’ un’occasione straordinaria – evidenzia lo stesso Righini, raggiunto da “Castelli Notizie” per una battuta a caldo -. Un’occasione da non perdere per scongiurare una volta per tutte l’ipotesi Discarica e aprire finalmente le porte ad una vera Zona Artigianale a Velletri”.

“Il progetto della Zona artigianale ad Acquavivola – dichiara Righini – non ha più ragione di esistere e dopo decenni di diatribe e rinvii è arrivata l’ora che si liberino quei terreni, essendo quell’area del tutto inadeguata allo scopo per cui era stata individuata.

Abbiamo un terreno ben definito e, da oggi, la disponibilità della Regione a realizzarci una Stazione, con tutti gli investimenti adeguati ad uno scalo merci e passeggeri, che rappresenterà un’alternativa valida per raggiungere Roma ed un’opportunità in più per le aziende del territorio”.

La palla, a questo punto, passa proprio all’Amministrazione comunale.

“Sta all’Amministrazione – ribadisce Righini – cogliere questa condizione favorevole e diventare protagonista in questo percorso. E’ per questo che contatterò personalmente il Sindaco per informarlo di quanto avvenuto e spero che lui e la sua Giunta abbiano davvero le capacità e la dinamicità per non dilapidare questa opportunità, visto che l’eventualità che si è aperta è coerente con tutti gli strumenti urbanistici vigenti nel Comune di Velletri”.

Righini con Simonetti e Chiara Ercoli
Precedente Flos Olei 2020: i migliori extravergine del mondo a Roma Successivo L'Anci rende omaggio a Guardialfiera (Cb)