Molisani a Roma: la cantante Vicky Iannacone

E’ una delle artiste molisane che si stanno maggiormente affermando in questo periodo. Il suo nuovo brano, “Cosa non ti torna (fai la differenza)” è dedicato al difficile momento che stiamo vivendo a causa dell’emergenza coronavirus.

Vicky Iannacone, originaria di Torella del Sannio (Campobasso), è una cantautrice che si sta facendo strada, grazie alla voce che lascia il segno e ai testi diretti. Il nuovo brano dedicato alla strana atmosfera impostaci dal Covid-19 è un messaggio che arriva dritto al cuore, come si dice in questi casi ma mai con tanta verità. L’ha realizzato con l’aiuto di amici musicisti, da Antonio Allegro (chitarre) a Paolo Grillo (basso, batteria), con la collaborazione della fotografa Katia Grosso di Diamante (Cosenza).

La Iannacone ha iniziato a studiare musica presso il conservatorio di Campobasso nel 2002. Ha cominciato seguendo le lezioni di violino, per poi passare al pianoforte. Ha quindi arricchito il proprio percorso studiando canto.

Nel 2005 il primo riconoscimento è legato al concorso “Videofestival Live”, dove ha raggiunto le semifinali nazionali.

Nel 2007 ha partecipato alle selezioni di ”Amici” di Maria di Filippi. Quindi ha preso parte al “Festival di Saint Vincent”, classificandosi alle finali nazionali.

Ha partecipato anche alle selezioni di “X-Factor” e alla trasmissione televisiva ”Il Treno dei desideri” di Antonella Clerici su Rai 1.

Nel 2009 ha partecipato nuovamente al “Festival di Saint Vincent” classificandosi ancora in finale e realizzando così con il brano “Vivi”.

Nel 2011 ha partecipato al concorso “Una voce per Sanremo”, classificandosi al secondo posto.

Nello stesso anno ha preso parte ad “Area Sanremo” e poi alle successive selezioni su Facebook di “Sanremo Social” come candidata alla sezione “Sanremo Giovani 2011/12” con il brano intitolato “Come posso fare ad amarti”, scritto da Diego Calvetti e Marco Ciappelli.

Nel 2014 è arrivata la collaborazione discografica con l’etichetta Mapa Music di Carlo Scalzo che crede nell’artista e decide di investire sul suo progetto. E’ nato così il suo primo singolo, “E’ colpa tua”.

E poi la volta di “Ansia” scritto dalla stessa Iannacone. Poi “Al centro”.

Importante l’esperienza con Paolo Vallesi: apre i concerti dell’artista toscano, con cui duetta sul palco. Ha inoltre collaborato in studio con Toto Cutugno e ha firmato un brano insieme a Gatto Panceri.

A gennaio 2018 è stata impegnata con una nuova esperienza musicale: il primo mini tour all’estero, in Australia.

Con il brano “Come fosse il primo giorno“, che tratta il tema della violenza sulle donne, è diventata socia onoraria e testimonial con Francesco Coco della Onlus “Bon’t worry” per lottare insieme contro la violenza di genere.

Altro brano che segna il percorso è “Fuori dagli skemi” del 2019, con 28mila visualizzazioni su Youtube.

Precedente Visioninmusica "Live at home": in scena l'abruzzese Claudio Filippini Successivo Riviste: il nuovo numero di "il Nuovo panorama sindacale"