Tremiti: gli immobili del Demanio passano al Comune

“Oggi è una giornata storica per il nostro Comune. Finalmente dopo anni di lavoro, è stato raggiunto un ulteriore grande risultato. Tutti gli immobili appartenenti al Demanio storico artistico dello Stato siti nell’isola di San Nicola, sono stati trasferiti a titolo gratuito al Comune delle Isole Tremiti. Sono molto soddisfatto e non nascondo la mia felicità per quello che potrà rappresentare per il futuro dell’intero arcipelago”

Questo il primo commento del sindaco Antonio Fentini, dopo la firma dell’atto di trasferimento.

“In virtù delle somme ricevute dal ministero della Cultura e del Turismo – Fondo Sviluppo e Coesione – FSC 2014-2020, sarà possibile completare l’intero recupero dell’isola, un progetto ambizioso che sono certo riusciremo a raggiungere – continua il sindaco.

“L’idea progettuale, innovativa, farà diventare l’isola di San Nicola un vero e proprio laboratorio artistico-culturale, con rilevanti dinamiche di sviluppo economico e sociale, con un interesse che varcherebbe i confini dell’isola per diventare punto di riferimento dell’intero Adriatico”.

Un centro di eccellenza, dunque, con la nascita di un nucleo di ricettività e di ospitalità, un centro museale a supporto di attività culturali e turistiche. Una vera “isola pilota”, una scommessa nata a novembre del 2016, e che a distanza di tre anni ha già dato i primi risultati. Infatti su diciotto interventi previsti, il primo cantiere avviato è un incoraggiante segnale.

“Il risultato raggiunto – conclude il sindaco Fentini – è frutto di un impegno congiunto che ha visto coinvolti il Segretariato regionale del Mibact per la Puglia e la Direzione regionale Puglia e Basilicata dell’Agenzia del Demanio, oltre che gli uffici comunali. E’ doveroso un ringraziamento al ministro Dario Franceschini da sempre attento alle eccellenze italiane e al rilancio dei tesori del nostro bel Paese. Ulteriori ringraziamenti di cuore sono per Vincenzo Capobianco, direttore dell’Agenzia del Demanio, che mi è stato a fianco con determinazione credendo fortemente nel progetto, all’ingegner Domenico Giordano per la sua alta professionalità e sincera disponibilità e a tutti i suoi collaboratori dell’Agenzia del Demanio, alla dottoressa Eugenia Vantaggiato del Segretariato regionale, e non ultimi gli uffici comunali e all’architetto Francesco delli Muti, responsabile unico del procedimento e a quanti hanno contribuito al raggiungimento di questo importante risultato, che spero possa essere solo la prima tappa del traguardo che intendiamo raggiungere”.

Nella foto

– Antonio Fentini, sindaco delle isole Tremiti

– Vincenzo Capobianco, direttore dell’Agenzia del Demanio

– Domenico Giordano, dirigente dell’Agenzia del Demanio

– Francesco delli Muti, responsabile Ufficio tecnico comunale

– Antonio Coccia, segretario generale del Comune di Isole Tremiti

Precedente Il presidente dell'Azione Cattolica a Termoli Successivo Olio e turismo, legame da valorizzare