Mateo Musacchio, dall’Argentina al Milan


Mateo Pablo Musacchio, calciatore argentino, è nato a Rosario il 26 agosto 1990. La famiglia è originaria di Portocannone (Campobasso), emigrata dal Molise in Argentina a metà del Novecento. Il suo cognome é tipico delle comunità di etnia albanese storicamente presenti in tutto il sud Italia.
E’ un difensore centrale, ma può svolgere anche il ruolo di mediano di centrocampo.
Ha iniziato a giocare nel River Plate in Argentina, poi acquistato dallo spagnolo Villarreal nel 2009.
Il 12 aprile 2015, in una partita di Liga sul campo del Getafe, a causa di uno scontro di gioco con Diego Castro riporta la rottura del perone, che lo costringe a otto mesi di stop.
Il 30 maggio 2017, per circa 18 milioni di euro, è stato acquistato dal Milan, con cui firma un contratto quadriennale fino al 30 giugno 2021.
L’esordio il 27 luglio seguente, in occasione della gara d’andata del terzo turno preliminare di Europa League vinta per 1-0 in casa dei rumeni del Craiova.
Ha firmato il suo primo gol con il Milan il 28 settembre, nella sfida casalinga di Europa League vinta contro il Rijeka per 3-2.
Ha concluso la stagione 2017-2018 con 15 presenze in campionato e 7 presenze (1 gol) in Europa League.
L’anno successivo la sua prima rete nel derby con l’Inter perso 3-2.
Il debutto con la nazionale argentina a giugno 2011 contro la Nigeria

Precedente Silvio Muccino, il giovane attore cresce Successivo Federico Orlando, il “braccio sinistro” di Montanelli