Roma, indagine su Villa Ada dal comitato PanamaVerbano



ROMA – Il Comitato cittadino PanamaVerbano – nel rispetto delle proprie finalità statutarie e dei principi della Costituzione Italiana (in particolare l’articolo 97 che sancisce i principi di imparzialità e buon andamento della P.A. e l’articolo 117 che richiama i livelli essenziali delle prestazioni concernenti i diritti civili e sociali che devono essere garantiti su tutto il territorio nazionale);
– in riferimento al Dgls 33/2013 sulla Trasparenza della Pubblica Amministrazione, alla Legge 240/1990 sull’accesso agli atti amministrativi, alla Legge 190/2012 per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell’illegalità nella P.A. ;
– richiamando la Memoria di Giunta Capitolina “Piano di azione per la trasparenza amministrativa” (prot. 19073 del 11 novembre 2013) a firma Luigi Nieri e lo Statuto di Roma Capitale che all’articolo 2, comma 4 e articolo 7 pone particolare risalto al tema della trasparenza e dell’integrità amministrativa;
– in conformità con le richieste dei Comitati cittadini presentate al Presidente e alla Giunta del Municipio 2 in data 28 novembre (http://comitatimunicipio2.wordpress.com);
– apprezzando lo sforzo del Dipartimento Patrimonio a rendere disponibili per la pubblicazione sul sito del Comune di Roma l’elenco delle strutture, Ville e Parchi storici, mercati, aree verdi e sportive, ecc. di proprietà del Comune stesso; (fonte www.comune.roma.it);- animato dalla volontà di contribuire alla salvaguardia e alla valorizzazione, anche economica, dei beni comuni nell’interesse generale della collettività dei cittadini;
FA PRESENTE
di aver inviato il 28 ottobre 2013, ai referenti Municipali e Comunali, una richiesta di chiarimenti sullo stato delle varie concessioni rilasciate all’interno della Villa Storica Ada-Savoia senza aver ricevuto alcun tipo di riscontro alla data odierna;
di aver avviato, a partire dal mese di novembre 2013, e ora concluso, una ricognizione e un censimento generali delle attività commerciali (Punti ristoro, Punti verde infanzia, Circoli sportivi, ecc) rilasciati all’interno della Villa Storica Ada-Savoia (Municipio 2) le cui risultanze hanno evidenziato un quadro generale (stato delle concessioni, durata, importi, impegni dei concessionari, ecc. ) sorprendentemente desolante.
CHIEDE
agli Assessori Comunali Flavia Barca, Estella Marino, Luca Pancalli e al Vice Sindaco Luigi Nieri di voler verificare che vengano rispettati e garantiti nella gestione del patrimonio pubblico i principi di legalità, trasparenza e di pubblica utilità.
Il lavoro è stato effettuato anche grazie al supporto e alla collaborazione del Comitato “Quelli che il Parco…”, del “Comitato per la Difesa di Villa Massimo” e del Laboratorio “Carte in Regola”.
I principali risultati saranno consegnati al Presidente del Municipio 2 Giuseppe Gerace, agli Assessori all’Ambiente, Ville e Parchi del Municipio 2, Emanuele Gisci, e all’Assessore al Commercio del Municipio 2, Emilia La Nave, e saranno resi consultabili on-line tramite un sistema di MAPPATURA GEOREFERENZIATA accessibile a tutti.
Di recente, inoltre, il Comitato ha avviato apposite indagini anche sullo stato delle concessioni di comodato d’uso rilasciate, sempre all’interno della Villa, per edifici ad uso residenziale o non residenziale. Anche per questa parte dell’indagine i cittadini contano di collaborare con il Municipio e il Dipartimento Patrimonio per un’ efficace e rapida ricognizione dello stato degli immobili.
Il Comitato auspica, infine, che dalla collaborazione cittadini-Istituzioni (Municipali, Comunali, Statali) – in cui crede fermamente e che è alla base del programma elettorale del Sindaco Ignazio Marino nonché del Presidente del Municipio 2 Giuseppe Gerace -, possa diffondersi fra gli Amministratori di Roma Capitale un rinnovato e costante senso di impegno al servizio del bene comune. Impegno che riteniamo basilare per tutti gli appartenenti alla comunità dei cittadini, ma ancora di più per chi detiene un ruolo pubblico.
Comitato PanamaVerbano
Roma, 15 gennaio 2014

Contatti: Maria Spina, Presidente
Cell: +39 347 9979778
Mail: [email protected]


<div class="

Precedente Molise, nominati quattro nuovi "ambasciatori" Successivo Regione Molise: i 50 anni? Un flop