Mercoledì 24 novembre giornata contro la sordità



Mercoledì 24 novembre giornata contro la sordità

ROMA – Il prossimo 24 novembre si celebra in tutta Italia la Giornata nazionale per la lotta alla sordità, giunta alla ottava edizione. L’iniziativa mira alla conoscenza e alla prevenzione di una patologia che è in costante aumento.
In numerosi ospedali si potranno fare esami gratuiti dell’udito e ricevere informazioni sulle modalità di prevenzione e cura.
Secondo i dati settoriali, sarebbero 55 milioni i cittadini europei che presentano deficit uditivi, di cui 8 milioni gli italiani. Un adulto su 7 non ha un udito normale, uno su 6 ha un difetto uditivo tale da creare problemi nella vita quotidiana, uno su 10 ha una perdita uditiva per la quale i medici raccomanderebbero un dispositivo uditivo. Questi i dati ribaditi da Giancarlo Cianfrone, Presidente dell’A.I.R.S.- Associazione Italiana Ricerca Sordità – onlus.
“La ricerca audiologica è un cantiere aperto – si legge in una nota dell’Airs. “Negli ultimi anni si sono registrati incoraggianti progressi sia in laboratorio che nell’uomo, come nel campo della individuazione di molte sordità genetiche, della diagnosi precoce della sordità infantile già a pochi mesi di vita, del trattamento bio-elettronico delle forme più gravi di sordità neurosensoriale mediante chirurgia implantologica, degli studi sul possibile impiego riparativo delle cellule staminali, dell’individuazione delle sordità causate da disordini autoimmunitari, dello studio e trattamento moderno degli acufeni, dell’impiego di nuovi farmaci protettivi per l’udito, della realizzazione di moderni apparecchi acustici correttivi di tipo digitale.
Molto può e deve essere ancora fatto: importanti traguardi sono raggiungibili anche in tempi brevi sia nel campo scientifico sia nell’attuazione di programmi di prevenzione, basti pensare alle possibilità di realizzazione e di implementazione di laboratori di ricerche audiologiche in ambito bio-molecolare, neuro-farmacologico, genetico, bio-ingegneristico, immunologico, alla realizzazione di osservatori epidemiologici sulla Sordità e di piani di diagnosi precoce e di screening della sordità infantile su scala nazionale”.
Per consultare l’elenco degli ospedali partecipanti all’iniziativa: http://www.associazioneairs.it/Documenti/AIRS_Elenco_Ospedali_Partecipanti_2010.pdf.
Per tutte le informazioni: numero verde 800066763.

<div class="

Precedente Rionero (Is): sindaco per un giorno "nonno Ugo", cittadino centenario Successivo ROMA/ In Biblioteca nazionale una mostra su Pinocchio