“Cammina, Molise!” in Argentina, sesta edizione

Camminare, suonare, ballare, cantare, conoscere in modo conviviale per rafforzare i legami tra le comunità dei molisani in Argentina ed i cittadini che vivono nei comuni molisani, con l’obiettivo di far nascere un flusso turistico mitigato di ritorno capace di dare nuova linfa alla rinascita delle terre interne molisane.

Questo lo spirito di “Cammina, Molise! in Argentina”, iniziativa giunta alla sesta edizione, che si svolgerà a Mar del Plata sabato 21, domenica 22 e lunedì 23 marzo.

A marzo, quindi, alcuni soci dell’associazione culturale “La Terra” e di altre associazioni italiane che collaborano da anni alla organizzazione di “cammina, Molise!”, volerà in Argentina per partecipare alla VI Edizione del “cammina, Molise! in Argentina”, che quest’anno si svolgerà proprio nella città dove nel 2015 è iniziata questa avventura.

“Ho avuto la gioia di raccontare in varie occasioni, sia in forma scritta sia orale, le impressioni avute durante le ultime cinque edizioni del “cammina, Molise! in Argentina” – evidenzia Giovanni Germano, coordinatore della manifestazione. “Quindi chi ci segue già conosce la narrazione argentina. Qui voglio ricordare la capacità organizzativa ed il forte attaccamento alle radici, qualificato da consolidati risvolti culturali e solidali, delle comunità di origine molisana di tutte le maggiori città, come Mar del Plata, Buenos Aires, La Plata, Rosario e Cordoba, delle quali rappresentanze nutrite delle varie associazioni hanno partecipato alle nostre manifestazioni, centinaia di persone che si spostano, affrontando viaggi lunghissimi, date le distanze eccessive tra le varie città argentine. La lezione che vien fuori da tutta questa molisanità argentina – continua Germano – è la conferma che il ‘cammina, Molise!’ sta percorrendo il sentiero giusto per rafforzare innanzitutto il rapporto tra le varie comunità di origine molisana della vasta Argentina e poi il legame tra queste e le comunità molisane della nostra regione, in particolare dei piccoli borghi; in questo quadro bisogna adoperarsi per sviluppare iniziative, soprattutto attraverso il turismo di ritorno, che possano coinvolgere essenzialmente le nuove generazioni di origine molisana che stanno allentando il legame con i paesi di provenienza. La semplicità e la peculiarità con cui il ‘cammina, Molise!’ si è presentato agli argentini ha risvegliato e rafforzato il desiderio di tornare nei propri paesi d’origine a tanti emigranti, ormai avanti negli anni, ed ha colpito l’immaginario di tanti loro discendenti, giovani e meno giovani, vogliosi di venire a conoscere le terre dei loro avi, così diverse dalle terre argentine. Questo potenziale, così evidente in Argentina, credo sia ancora consistente anche in altre parti del mondo dove è stata forte l’emigrazione di nostri corregionali, come gli Stati Uniti, il Canada, l’Australia, e così via. Su questo potenziale, che si va ad aggiungere all’utenza nazionale affezionata al cammino semplice e conviviale, bisogna concentrare le forze, private ed associazionistiche, pubbliche ed istituzionali, per attivare finalmente il flusso turistico mitigato auspicato. Da sottolineare che tutto il lavoro prodotto in questi sei anni è stato caratterizzato da uno spirito di volontariato encomiabile da parte degli organizzatori e dei partecipanti. Il tutto, come si suol dire, è stato prodotto a spese proprie. Una forte testimonianza di promozione

delle proprie terre ed un marcato messaggio da inviare alle istituzioni politiche ed economiche per dimostrare, ancora una volta, che con i gesti semplici, come è quello del cammino, si possono mettere in piedi grandi progetti ed anche realizzarli. La manifestazione dovrà prefiggersi di riunire le varie comunità molisane presenti in suolo argentino per proporre, in particolare ai giovani delle ultime generazioni, una sapiente ed appassionata narrazione della cultura, della storia, delle tradizioni e della bellezza dei borghi molisani. Per rendere tangibile l’obiettivo primario di rafforzare i legami tra le comunità di molisani in Argentina ed i cittadini che vivono nei comuni molisani, le associazioni proponenti

promuoveranno il progetto anche in tutti i borghi della Regione Molise nell’intento di coinvolgere nel progetto, con forme e contenuti da valutare, singole persone, associazioni ed enti. Il modo in cui la narrazione della molisanità verrà proposta dalla manifestazione sarà imperniata su tre giornate caratterizzate da eventi culturali, dalla convivialità e dalla gioia di stare insieme camminando – conclude Germano.

Questo il programma:

SABATO 21 MARZO

– ORE 18 – ISCRIZIONE NELLA SEDE DELLA FEDERAZIONE DELLE

ASSOCIAZIONI ITALIANE DI MAR DEL PLATA E ZONA.

– ORE 19 – CONFERENZA A CURA DELLA PROFESSORESSA GIULIANA BAGNOLI

ORE 21 – CENA DI BENVENUTO (ANCORA NON CONFERMATA LA SEDE)

DOMENICA 22 MARZO

– ORE 9 – RADUNO NEL CRIM – LAGUNA DE LOS PADRES

– ORE 10 – PARTENZA DEL CAMMINA, MOLISE!

– PRIMA SOSTA: VISITA GUIDATA AL MUSEO JOSE HERNANDEZ

– SECONDA SOSTA: NELLA CHIESA NUESTRA SEÑORA DEL PILAR

– ORE 13 – ARRIVO AL CRIM – LAGUNA DE LOS PADRES, PRANZO

14:30 ORE – INIZIO DEL FESTIVAL ARTISTICO ITALO-ARGENTINO.

LUNEDÌ 23 MARZO

– ORE 16 – RIUNIONE NELLA FEDERAZIONE CON I PRESIDENTI, CONSIGLIERI, ECC. DELLE VARIE ASSOCIAZIONI

– ORE 18 – TEATRO COLÓN DI MAR DEL PLATA: PRESENTAZIONE DI MOLISE SUL PALCO E PROIZIONE DEI DOCU-FILM: ‘’UNA TERRA CHIAMATA MOLISE “ E ”CAMMINA, MOLISE!-XXV EDIZIONE” .

Precedente Ecoforum Molise, il punto sull'economia circolare Successivo Evento in Irpinia con don De Blasio (origini molisane), direttore Caritas di Benevento