Giornate della preistoria a Isernia

interessante appuntamento dedicato alla preistoria ad Isernia. Si svolgerà per quattro giorni, a partire da giovedì 28 novembre 2019. Ecco il programma:

GIOVEDI’ 28 NOVEMBRE 2019

Museo nazionale del Paleolitico di Isernia
Laboratori didattici per Scuole dell’Infanzia:
ore 9:00-10:30 e ore 10:30-12:00. “La giornata del bambino preistorico”. Imparare attraverso il gioco, la sperimentazione e il divertimento con la lettura animata di un racconto a tema preistorico, a seguire laboratorio artistico/creativo.
ore 15:30-18:30 Visite guidate al Museo Nazionale del Paleolitico
ore 16:30-17:30 Laboratorio didattico per bambini (5-10 anni, massimo 40 partecipanti) “Artisti Primitivi”. Grazie a supporti multimediali e cartacei, verrà proposta una rassegna delle principali forme artistiche della Preistoria. I partecipanti si cimenteranno nella realizzazione di vere e proprie opere d’arte secondo le tecniche apprese e utilizzando materiali naturali di vario tipo come ciottoli, corteccia d’albero, legno e coloranti naturali.
ore 16:30-17:30 Laboratorio didattico per bambini e adulti (massimo 40 partecipanti): “Evoluzionando”. Quali differenze fra Uomo e i nostri parenti più prossimi? Attraverso un’esperienza ludica, si favorirà la comprensione dei principali cambiamenti fisici e tecnologici che hanno caratterizzato la storia dell’Uomo. I partecipanti potranno osservare e analizzare preziosi reperti fossili di ominidi, cercando di dare loro un nome: attraverso schede, oggetti totemici e reperti di diversa natura, si ricostruirà il famoso “modello a cespuglio” dell’evoluzione umana.
A conclusione di ciascun laboratorio, visita guidata al Museo Nazionale del Paleolitico
ore 18:30 “Aperitivo con la Storia” con degustazione di cibi dal sapore antico

VENERDI’ 29 NOVEMBRE 2019

I.T.C.G. “Enrico Fermi” – Aula Magna
Convegno “Reti Museali e Preistoria”
La nostra nazione abbonda di antiche testimonianze preistoriche. Molti Musei conservano ricche collezioni e numerosi sono gli insediamenti che hanno restituito significativi materiali per ricomporre la nostra evoluzione biologica e culturale.
Sempre con maggiore consapevolezza si prende atto dei risultati delle indagini scientifiche, della valenza dei materiali raccolti e della necessità di favorire ricadute conoscitive sul grande pubblico. In linea con quest’ultimo aspetto molte energie sono state profuse in ambito museale con l’allestimento di specifiche esposizioni, oltre a iniziative editoriali e applicazioni innovative per il visitatore. Ed ancora, non pochi scavi preistorici sono stati riorganizzati per favorire la ricezione del pubblico.
Si ritiene che una maggiore intercomunicabilità del patrimonio preistorico del nostro Paese possa garantire: maggiore attenzione nella salvaguardia delle testimonianze; condivisione della qualità degli interventi di divulgazione e fruizione;
sviluppo di iniziative sul piano nazionale e internazionale anche con progetti dedicati;
percorsi comuni di informazione e trasferimento di competenze; percorsi tematici di visita.
Questi i motivi che hanno indotto Regione Molise, Provincia e Comune di Isernia,
Polo Museale del Molise e Università degli Studi di Ferrara a programmare un primo incontro tra responsabili di strutture locali e nazionali con lo scopo di porre le basi per una migliore interfaccia delle realtà preistoriche italiane.
ore 9:30 Saluti istituzionali
Giacomo d’Apollonio, Sindaco di Isernia
Enza Zullo, Direttore del Museo Paleolitico di Isernia
Leandro Ventura, Direttore del Polo Museale del Molise
Alfredo Ricci, Presidente della Provincia di Isernia
Donato Toma, Presidente della Regione Molise
ore 10:00 Fabio Martini, Presidente Museo e Istituto Fiorentino di Preistoria, Università degli Studi di Firenze
“Il Museo Fiorentino di Preistoria e la valorizzazione del patrimonio preistorico: accessibilità, disseminazione, formazione tra Museo e sito archeologico”
ore 10:30 Carlo Peretto, Università degli Studi di Ferrara
“Per una maggiore interrelazione di insediamenti e collezioni preistoriche”
ore 11:00 Patrizia Gioia, Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, Roma; Docente di Museologia e Archeologia “Sapienza” Università di Roma “Dallo scavo al Museo: l’esempio di Casal dei Pazzi (Roma)”
ore 11:30 Diego Lonardoni, Direttore Parco Naturale Regionale della Lessinia (Verona);
Marco Peresani, Università degli Studi di Ferrara “Musealizzazione e reti di insediamenti preistorici: il caso della Lessinia (Verona) e dei
Colli Berici (Vicenza)”
ore 12:00 Gabriele Berruti e Viviana Gilli, Museo di Archeologia e Paleontologia “Carlo Conti” di Borgosesia (Vercelli)
“Piccolo museo, grandi storie: il Museo “Carlo Conti” di Borgosesia”
ore 12:30 Intitolazione della Sala Multimediale del Museo Nazionale del Paleolitico di Isernia alla memoria di Corinne Crovetto, Martino Ferrari, Mario Marcucci e Fabio Vianello
PAUSA PRANZO
ore 14:30 Fiamma Lenzi, Istituto Beni Artistici Culturali Naturali della Regione Emilia- Romagna “Il sistema museale in Emilia Romagna. Iniziative di promozione e valorizzazione”
ore 15:00 Gabriele Nenzioni Direttore del Museo della Preistoria “L. Donini”, S. Lazzaro di Savena, Bologna “La preistoria si è evoluta? Percorsi e strategie di sviluppo di un museo sulle origini del territorio”
ore 15:30 Francesca Radina, Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per la città metropolitana di Bari;
Annamaria Ronchitelli, Università degli Studi di Siena “La rete museale Uomo di Altamura e la sezione preistorica del Museo Nazionale archeologico di Altamura”
ore 16:00 Augusto Palombini, Bruno Fanini, Enzo d’Annibale, Emanuel Demetrescu, Alfonsina Pagano, Consiglio Nazionale delle Ricerche – Istituto per le Tecnologie Applicate ai Beni Culturali, Roma;
Pierangelo Izzo, Annarosa Di Nucci, Polo Museale del Molise;
Carlo Peretto, Benedetto Sala, Università degli Studi di Ferrara;
“I paesaggi del passato: virtual tour nel Paleolitico di Isernia”
ore 16:30 PRESENTAZIONE DEL PREMIO “GIORNATE DELLA PREISTORIA DI ISERNIA”
ore 17:00 Tavola rotonda “Per una rete museale della Preistoria”
Presiede: Leandro Ventura, Direttore dell’Istituto Centrale per la Demoetnoantropologia
del Mibact, Direttore del Polo museale del Molise.
ore 18:00 Fine lavori e visita al Museo Nazionale del Paleolitico
Museo nazionale del Paleolitico di Isernia
ore 9:00-13:00 Visite guidate per studenti della Scuola Secondaria di secondo grado.
ore 15:30-18:30 Visite guidate al Museo Nazionale del Paleolitico
ore 16:00-17:00 Laboratorio didattico per bambini (5-10 anni, massimo 40 partecipanti): “La fabbrica dei colori”. Alcune scoperte e alcune sintesi nel campo della chimica delle sostanze coloranti, operate da popoli antichi, ci appaiono stupefacenti nella loro genialità, pur con soluzioni che possono sembrare oggi curiose.
ore 16:00-17:00 Laboratorio didattico per bambini e adulti (massimo 40 partecipanti): “Il cibo del primo uomo”. L’evoluzione dell’alimentazione umana connessa ai cambiamenti ambientali e biologici avvenuti nel corso della storia evolutiva dell’uomo. I
partecipanti avranno la possibilità di confrontarsi con tipologie di cibo diverso, dall’ambito vegetale fino a quello animale: frutti, radici, foglie, semi, ossa, insetti ecc.
Oltre alla stimolazione dei 5 sensi, gli utenti parteciperanno in modo attivo tramite la manipolazione e la trasformazione degli elementi presentati.
ore 17:00-18:00 Laboratorio didattico per bambini e adulti (massimo 40 partecipanti): “Un mondo di schegge”. Il laboratorio prevederà, nella prima fase, l’osservazione e il riconoscimento delle diverse materie prime impiegate per la produzione di manufatti litici e l’analisi delle varie tecniche di scheggiatura. Successivamente i partecipanti avranno la possibilità di sperimentare alcune delle tecniche illustrate e di cimentarsi in prove di scheggiatura e ritocco su scheggia.
A conclusione di ciascun laboratorio, visita guidata al Museo Nazionale del Paleolitico
ore 18:30 “Aperitivo con la Storia” con degustazione di cibi dal sapore antico

SABATO 30 NOVEMBRE 2019

Museo nazionale del Paleolitico di Isernia
ore: 9:00-12:30 Laboratorio didattico per le Scuole Secondarie di primo grado: “L’arco: le origini, le tecniche di costruzione e i materiali. Prove pratiche di tiro”. Prove di tiro con l’arco preistorico; storia dell’arco e lavorazione di arco e frecce.
ore 15:30-18:30 Visite guidate al Museo Nazionale del Paleolitico
ore 16:00-17:00 Laboratorio didattico per bambini e adulti (massimo 40 partecipanti): “L’arco: le origini, le tecniche di costruzione e i materiali. Prove pratiche di tiro”. Prove di tiro con l’arco preistorico; storia dell’arco e lavorazione di arco e frecce.
ore 16:00-17:00 Laboratorio didattico per bambini e adulti (massimo 40 partecipanti): “Prede e predatori nel Paleolitico”. Dallo studio delle ossa animali, presenti nei siti abitativi come resti di pasto , e di alcuni manufatti utilizzati come armi è possibile risalire alle strategie e alle tecniche adottate dai primi cacciatori.
A conclusione di ciascun laboratorio, visita guidata al Museo Nazionale del Paleolitico
ore 16:30 Presentazione del primo concorso letterario “Una favola di museo”
ore 17:00-18:30 Dialoghi di architettura: “L’architettura contemporanea in Italia e il ruolo del Mibact per la sua promozione, tutela e valorizzazione. Il caso del Museo del Paleolitico di Isernia.”
Il Mibact ha un proprio ufficio dedicato alla Contemporaneità, la Direzione Generale Creatività contemporanea e Rigenerazione urbana, che ha tra i suoi obiettivi primari la promozione e la valorizzazione dell’arte e dell’architettura contemporanee in Italia e nel mondo. I grandi progetti internazionali, i premi e i concorsi per sostenere la creatività e il talento, la diffusione della conoscenza del contemporaneo tra gli studenti e i giovani, sono gli strumenti principali di questa attività.
E’ stato da più parte riconosciuto mediante anche l’attribuzione di premi che il Museo del Paleolitico di Isernia ha un ruolo non secondario nel patrimonio artistico e architettonico contemporaneo in Italia ed ha contribuito ad attivare un processo di riqualificazione culturale della comunità locali, teso a favorire anche lo sviluppo socioeconomico, in collaborazione con le scuole, con le istituzioni culturali e con le associazioni attive sul territorio.
Fin dal suo concepimento, il Museo del Paleolitico racchiude in sé tutte le problematiche del patrimonio artistico e architettonico contemporaneo, dalla difficoltà del riconoscimento al difficile approccio metodologico al restauro, alla tutela e alla valorizzazione
Questi i motivi che hanno le Amministrazioni coinvolte ad organizzare un dialogo, inteso come spunto di riflessioni e confronto tra il Mibact e la comunità locale per una diffusione della conoscenza di una importante opera di architettura contemporanea, della sua storia e delle sue problematiche.
Interventi: Benno Albrecht Professore Ordinario di Composizione architettonica ed urbana e Direttore della Scuola di Dottorato presso l’Università IUAV di Venezia. Progettista del Museo Nazionale del Paleolitico di Isernia;
Alessandra Fassio, Professore di Arte e Architettura contemporanea presso l’Università degli Studi di Cagliari. Architetto della Soprintendenza Speciale Archeologia, Belle Arti e Paesaggio di Roma del Mibact;
Leandro Ventura, Direttore dell’Istituto Centrale per la Demoetnoantropologia del Mibact, Direttore del Polo museale del Molise.
Moderano: Carlo Peretto Già Ordinario di Antropologia, Eminente Studioso, Professore Onorario dell’Università degli Studi di Ferrara;
Enza Zullo, Direttore del Museo Nazionale del Paleolitico di Isernia.
ore 18:30 “Aperitivo con la Storia” con degustazione di cibi dal sapore antico

DOMENICA 1 DICEMBRE 2019

Museo nazionale del Paleolitico di Isernia
ore 9.30-10.30 Laboratorio didattico per bambini (5-10 anni, massimo 30 partecipanti): “Archeo… scavo”. Con questo laboratorio si introdurranno i partecipanti al mondo dell’Archeologia, coinvolgendoli nell’individuazione degli indizi “nascosti” negli oggetti, che da “muti testimoni” diventano “oggetti parlanti”, capaci di raccontare la storia di chi li ha prodotti, usati, gettati. Il percorso permetterà di provare l’emozione del primo rinvenimento dei reperti, conoscendo metodi e strumenti di scavo, ma anche di imparare i sistemi di documentazione e di indagine realmente utilizzati dagli archeologi sul campo ed in laboratorio. Lo scavo sarà attuato in condizioni simulate, all’esterno in un’area accuratamente
predisposta.
ore 11.00-12.00 Laboratorio didattico per bambini (5-10 anni, massimo 30 partecipanti): “Archeo…dati”. Studio e catalogazione dei reperti archeologici. Nel corso del laboratorio i partecipanti si cimenteranno nell’osservazione, riconoscimento, disegno e schedatura di riproduzioni di materiale archeologico, utilizzando schede di catalogazione adattabili alle diverse fasce d’età. Verrà messo a disposizione anche un piccolo apparato bibliografico per la redazione delle schede.
ore 12:00 “Aperitivo con la Storia” con degustazione di cibi dal sapore antico
ore 15:30-18:30 Visite guidate al Museo Nazionale del Paleolitico
ore 16.00-17.00 Visita tattile guidata per ipovedenti: “Un Museo da Toccare”
ore 16.00-17.00 Laboratorio didattico per bambini e adulti (massimo 40 partecipanti): “Decorazione e pittura corporale: l’Etnoarcheologia”. Il corpo umano presenta naturalmente parti propizie ad accogliere un ornamento: da quelle più visibili (testa, torace, mani e polsi), a quelle piuttosto discrete (caviglie, piedi). La testa è il luogo per eccellenza destinato a essere adornato; in numerose società l’ornamento portato sulla testa è il segno della posizione sociale. Il laboratorio affronterà le interessanti tematiche legate alla decorazione del corpo e consentirà ai partecipanti di sperimentarne le principali tecniche in uso durante la Preistoria.
ore 17.00-18.00 Laboratorio didattico per bambini e adulti (massimo 40 partecipanti): “Il clima che cambia: storia delle variazioni climatiche nel Quaternario”. Scopo del laboratorio è quello di offrire ai partecipanti una conoscenza di base e scientificamente aggiornata degli aspetti metodologici e dei contenuti relativi alla storia del clima sul pianeta negli ultimi due milioni di anni,
mettendo in luce gli aspetti naturali ed antropici. I partecipanti conosceranno le dinamiche del cambiamento climatico intervenuto nel periodo Quaternario e saranno in grado di comprendere i termini dell’attuale dibattito sulle cause del riscaldamento climatico globale, ed il ruolo dell’attività antropica in questo contesto.
A conclusione di ciascun laboratorio, visita guidata al Museo Nazionale del Paleolitico
ore 18:30 “Aperitivo con la Storia” con degustazione di cibi dal sapore antico
ore 19.30 Saluti finali

NELLE 4 GIORNATE – I LUOGHI DI SVOLGIMENTO
Museo Nazionale del Paleolitico di Isernia Località “La Pineta”
CERP Centro Europeo di Ricerche Preistoriche Località “La Pineta”
I.T.C.G. “Enrico Fermi” Corso Risorgimento, n. 225
Cinema “Lumiére” Via Alcide de Gasperi, n. 23
INFORMAZIONI
Presidio Turistico e Culturale di Isernia 0865.441471 www.iserniaturismo.it
Polo Museale del Molise 0874.43131 www.musei.molise.beniculturali.it
Museo Nazionale del Paleolitico di Isernia 0865.290687
INGRESSO MUSEO NAZIONALE DEL PALEOLITICO
Biglietto intero € 4,00
Ridotto € 2,00
LABORATORI DIDATTICI E VISITE GUIDATE
a cura di “Me.Mo. Cantieri Culturali”
PRENOTAZIONE LABORATORI 327.2803696
AL MUSEO NAZIONALE
DEL PALEOLITICO DI ISERNIA:
LABORATORI DIDATTICI GRATUITI PER LE SCUOLE
LABORATORI DIDATTICI GRATUITI PER TUTTI
VISITE GUIDATE GRATUITE
VISITA TATTILE GUIDATA PER IPOVEDENTI
DEGUSTAZIONI DI CIBI DAL SAPORE ANTICO
Sabato 30 novembre, ore 17:00
DIALOGHI DI ARCHITETTURA:
“L’architettura contemporanea in Italia e il ruolo del Mibact
per la sua promozione, tutela e valorizzazione.
Il caso del Museo del Paleolitico di Isernia.”
ALL’I.T.C.G. “ENRICO FERMI”:
Venerdì 29 novembre, ore 9:30-18:00
CONVEGNO:
“Reti Museali e Preistoria.”
AL CINEMA “LUMIÉRE”, ore 15:30
PROIEZIONE DI FILM CON INGRESSO GRATUITO
“Il viaggio di Arlo” (giovedì e sabato)
“I Primitivi” (venerdì e domenica)

Precedente Il corpo di San Timoteo da Termoli a Roma Successivo Terra bruciata nelle politiche per lo sviluppo economico