Il coro parrocchiale di Sant’Agapito (Isernia) critica il Vaticano sul decreto Zan

Il Coro parrocchiale di Sant’Agapito (Isernia) ha voluto rendere pubblica la propria posizione di presa di distanza dal Vaticano riguardo la richiesta di modifica al decreto Zan: “Diciamo no all’opposizione omofoba del Vaticano nei confronti della Legge Zan!”. La dichiarazione è contenuta in un post pubblicato sulla pagina Facebook del Coro che conta 13 elementi: “Da anni siamo il Coro parrocchiale della nostra comunità. Portiamo il nome del Santo Patrono Agapito, un giovane come noi. Dio sa l’amore che mettiamo nel testimoniare la nostra fede attraverso ogni singolo canto”. E, infine, una citazione dalla Genesi: “L’arco dunque sarà nelle nuvole e io lo guarderò per ricordarmi il moto perpetuo fra Dio e ogni essere vivente, di qualunque specie che sia sulla Terra”.

Precedente Le scelte internazionali dell'Italia Successivo La crisi dell’olivicoltura italiana