Il lavoro agricolo torna ad attirare gli italiani

È boom di italiani che cercano lavoro nel settore agricolo. Le ricerche sono aumentate soprattutto nelle ultime settimane: è quanto emerge dalla nuova analisi condotta da Indeed, sito specializzato in chi cerca e offre lavoro. In più rapida crescita, tra le parole chiave usate per la ricerca sul portale, compaiono quelle per l’agricoltura, il lavoro a distanza e i lavori disponibili immediatamente.

Nel mese di maggio, la ricerca di termini come “raccolta frutta” è aumentata del 1742% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Picchi significativi sono stati registrati anche per altre ricerche come “lavoro agricolo” (+1035%), “operai raccolta” (+ 824%) e “aziende agricole” (+ 562%). Dati che indicano come, con l’intensificarsi della crisi economica, molte persone cercano lavoro anche in nuovi settori, spingendosi alla ricerca di posizioni diverse rispetto al passato.

Dall’analisi emerge anche che le ricerche relative al lavoro a distanza continuano a giocare un ruolo chiave per gli italiani, con termini come “smart working” in crescita del 10.300% rispetto allo scorso anno. Seguono termini di ricerca come “lavoro da casa, online,” cresciuto del 3.092% e “lavoro da remoto”, cresciuto del 725%. Analogamente si è evidenziata una tendenza a ricercare termini come ‘tutti i lavori’ (+ 490%) e ‘lavoro subito’ (+ 325%), un segnale che indica che la ricerca di lavoro non può essere procrastinata, spingendo le persone a prendere in considerazione anche occupazioni in ambiti diversi da quelli della propria professione.

Dario D’Odorico, senior director di Indeed, commenta: «I dati mostrano chiaramente l’enorme interesse per lo smart working, nonché una rinnovata attenzione per settori come l’agricoltura. Con l’evolversi della crisi, abbiamo visto persone in tutto il Paese adattare la propria attività lavorativa alle nuove condizioni. Molti di coloro che hanno perso il lavoro hanno acquisito negli anni competenze preziose che possono essere impiegate anche in altri settori. Il nostro obiettivo è di metterli in contatto con queste opportunità».

Precedente Libri: "Il silenzio non è mai silenzio. Oltre l'Alzheimer" della molisana Ciamarra Successivo Il settore agroforestale è la chiave per ridurre le emissioni