Il libro di Adele Rodogna, scrittrice originaria di Isernia

S’intitola “Un delitto imperfetto” il libro scritto dalla ricercatrice di Storia contemporanea Adele Rodogna, nata ad Isernia.

Il romanzo racconta un femminicidio in piena regola accaduto a Milano nel 1926 ai danni di una giovane donna originaria della provincia di Padova, Erminia Ferrara, maritata Pettine, ritrovata morta in un baule all’interno della sua abitazione, in corso Buenos Aires, dopo quattro mesi dalla sua uccisione.

Il marito della vittima, Giovanni Pettine, era nativo di Isernia: trasferitosi poi a Milano, divenne un celebre produttore cinematografico, tra gli ideatori dell’Istituto Luce, insieme a Luciano De Feo e, ad Isernia, tornò a vivere nel 1939.

Dell’omicidio fu accusato il giovane figlio della donna, condannato a quindici anni di reclusione; in realtà, indagando tra le carte d’archivio e le fonti dell’epoca, l’autrice s’è resa conto che si trattò di un delitto politico, viste le frequentazioni della donna, identificata da più parti come La Contessa del Viminale (nota già ai tempi del delitto Matteotti) perché legata agli ambienti fascisti dell’epoca di una Milano degli anni ‘20, lacerata all’interno da corruzione e da una tangentopoli molto forte, ma anche di Padova, dove risiedeva la famiglia di origine di Erminia.

Al termine di un processo breve e sommario, la vittima è destinata ad una damnatio memoriae che non le perdona il suo essere libera di vivere a proprio modo, discostandosi da quell’ideale muliebre propagandato dal fascismo, dedito solo alla casa e al maternage.

La prefazione al romanzo è firmata dallo scrittore Maurizio de Giovanni.

Adele Rodogna compie un’opera estremamente complessa, e per questo di enorme importanza: propone gli eventi tenendo costantemente presente, e proponendola con intelligenza e pazienza, una scala dei valori così diversa dalla nostra da lasciar immaginare che siano passati tre secoli e non meno di uno. Raccontando con tenerezza e obiettività la storia di una donna che pagò carissima la coerenza con la propria natura libera.

Il libro è edito da Bertoni editore, Perugia, agosto 2021.

Precedente Molise, crollo di residenti anche la scorsa estate Successivo Saverio Scrofani, l’illuminista siciliano che preferì i Sanniti ai Romani