Vandalismi: dopo il Colosseo anche la Fontana Fraterna di Isernia



Ancora atti vandalici contro il patrimonio monumentale italiano. Nella notte ignoti hanno imbrattato la Fontana Fraterna di Isernia, testimonianza storica della città pentra ed uno dei  monumenti simbolo del Molise.
La fontana è degli inizi dell’Ottocento, ma è frutto della fusione di due antiche fontane precedenti, una situata vicino l’atrio della cattedrale di Isernia e l’altra già esistente in Largo Concezione. La città molisana, di epoca sannita, è particolarmente ricca di testimonianze storiche. Se a Roma è stata colta sul fatto la turista francese autrice del “graffito”, ad Isernia gli autori di scritte fatte con pennarelli indelebili di colore rosso sono rimasti ignoti, per quanto compaia un nome femminile.
A segnalare l’accaduto sono stati i residenti di Piazza Concezione, dove il monumento è posizionato da decenni. Sono state informate le Forze dell’Ordine e il Comune. Non si esclude che i vandali possano essere stati ripresi dalle telecamere di sorveglianza delle attività commerciali del centro storico. Resta l’amaro in bocca per come sia scemato il rispetto per le testimonianze storiche del nostro Paese.

GC

<div class="

Precedente Confial: in Senato confronto sulla rappresentanza sindacale Successivo ANALISI / Brividi da Biferno