Campo-studio a Rosarno per “conoscere” l’accoglienza



ROMA – Una vacanza all’insegna dell’utilità sociale e del volontariato. A Rosarno, in Calabria, luogo simbolo del lavoro agricolo dei braccianti stranieri. E’ l’opportunità offerta da Fondazione Integra/Azione e Legambiente, in collaborazione con la cooperativa Abitus. Obiettivo: far vivere un’esperienza comune a 12 persone selezionate, tra i 20 e i 40 anni, caratterizzate dalla sensibilità per l’accoglienza, per la valorizzazione delle diversità e per l’incontro con l’altro. Il campus, che si svolgerà dal 13 al 20 luglio, si chiama “Bisimilia”, termine che in Africa significa “Benvenuti”. Sette giorni con un intenso programma di formazione per l’aiuto del prossimo – dal supporto psicologico all’orientamento al lavoro e alla mediazione interculturale – e di attività sul campo, dai laboratori di cucina etnica agli incontri con le realtà locali impegnate nel campo dell’immigrazione. L’iniziativa è caratterizzata anche dalla sostenibilità: spostamenti effettuati in bicicletta e in Carpooling.
Per informazioni: tel. 06-96042950, [email protected]

<div class="

Precedente Coworking in Molise: se n'è parlato a Roma Successivo Antonella Lo Conte e Fabio Mugnano: "oggi sposi" a Termoli