MAIL – A difesa delle tradizioni molisane



Gentile Direttore,
rispetto alla mail a firma Valerio Mancini, relativa alla Festa dei Molisani a Roma, da voi pubblicata ed in relazione al passaggio dove scrive “decine e decine di ragazzi costretti ad
indossare costumi folkloristici tanto per dimostrare che c’è anche un Molise “adeguato ai tempi”, in qualità di Presidente Regionale della FITP – Federazione Italiana Tradizioni Popolari vorrei precisare come per i giovani componenti dei nostri gruppi sia motivo di orgoglio e momento di gioia poter indossare il costume tradizionale a testimonianza di quella cultura antica da cui partire per affontare il futuro e scevra da costrizioni politiche o corporativistiche.
Michele Castrilli
Presidente Regionale del Molise della Federazione Italiana Tradizioni Popolari.

Gentile Castrilli,
abbiamo girato la sua condivisibile lettera all’indirizzo della e-mail giuntaci da Valerio Mancini. Siamo fiduciosi di una risposta. Appena giungerà la pubblicheremo qui di seguito. Cordialmente
Forche Caudine (4 dicembre 2012, ore 14,06)

Risponde Valerio Mancini
“Nessun intento denigratorio dei costumi molisani, che rispetto. Ci mancherebbe. Occorrerebbe però accertare se tutti quei giovani, nella circostanza, fossero orgogliosi di indossare il costume molisano in un raduno sfacciatamente politico e di parte e se qualcuno non si sentisse un po’ strumentalizzato. Vada per il Presidente Iorio, che come istituzione è il loro presidente, ma tutto quell’elenco di politici e consiglieri del centrodestra romano “che c’azzecca”? La kermesse ha dato l’idea, davvero molto vaga, che con la scusa del Molise e delle tradizioni molisane si cercasse in realtà di recuperare voti. Per il resto, apprezzo quello che fate per il Molise, le tradizioni sono la nostra memoria. Cordiali saluti”. (4 dicembre 2012, ore 15,00)

<div class="

Precedente Nas in farmacie e depositi: sequestro di Eminocs e Bupiforan Successivo Equitalia condannata a risarcire il danno se iscrive il fermo senza preavviso