A Colle d’Anchise (Cb) s’onora il Re maiale



COLLE D’ANCHISE (CAMPOBASSO) – Il prossimo 17 gennaio, in un paesaggio unico, lambito dal fiume Biferno, l’Albergo diffuso di campagna "Piana dei Mulini" promuoverà "La festa del Maiale", manifestazione che si propone come percorso suggestivo che rievoca e valorizza i riti e le pratiche della vita contadina nel suo svolgersi quotidiano.

Giunto alla VII edizione, l’evento turistico-enogastronomico (ma soprattutto culturale), viene riproposto per salvaguardare i riti tradizionali che sono il fondamento di un prezioso patrimonio culturale da conservare, valorizzare e trasmettere alle generazioni future, le quali stanno assistendo, negli ultimi decenni, ad un inesorabile allontanamento dalle campagne e da tutto ciò che garantiva un’azione di presidio di tale civiltà.

La "Piana dei Mulini" intende offrire all’ospite che deciderà di partecipare alla manifestazione, la possibilità di rivivere l’antica atmosfera di quelle scene di vita di cui i contadini molisani sono stati protagonisti per lungo tempo.

Verrà allestita una vera e propria scenografia del passato, dove faranno da cornice tanti piccoli spazi allestiti che rappresenteranno i "mestieri" dei tempi addietro: da tutto ciò che concerne la produzione e l’elaborazione di cibi tradizionali (tra cui i vari lavorati della carne di maiale) alla produzione di tutti quegli utensili ed oggetti legati alle esigenze quotidiane della vita nei campi e nel focolare domestico. Gli ospiti avranno la possibilità di acquistare prodotti ed articoli tipici della tradizione enogastronomica ed artigianale.

La Piana dei Mulini si trova lungo la "Fondovalle del Biferno" S.S. 647, km.7 in agro del comune di Colle d’Anchise (CB). 

La struttura si trova così nella zona baricentrica del comprensorio del Matese (www.cmmatesebojano.it e www.turismomatese.com) caratterizzato da una natura incontaminata, dalla peculiarità dei prodotti tipici dell’enogastronomia e dell’artigianato, dalla tradizione storico-culturale testimoniata da siti archeologici di pregio, da chiese e castelli e dal folklore che ancora oggi vive negli usi e costumi della popolazione molisana grazie soprattutto alla cultura dell’accoglienza e dell’ospitalità che viene riscontrata dai visitatori.

Per arrivare in auto dal versante adriatico è possibile prendere l’uscita di Termoli della A14 e proseguire per la S.S. 647 per circa 75 km; per chi percorre la A1 è possibile uscire a San Vittore o Caianello, prendere la S.S. 85 e proseguire per Venafro, poi Isernia per la S.S.17 direzione Bojano per giungere sulla S.S. 647 e trovare dopo km.7 "La Piana dei Mulini".

Per maggiori informazioni: tel. 0874-787330 o al 335-8069799 (Michele Lucarelli).

 

Il "Week end con il Re Maiale"

 

Al fine di render fruibile nel miglior modo possibile l’appuntamento, "La Piana dei Mulini" ha organizzato il seguente "Week end con il Re Maiale":

Sabato 17
Ø Ore 10.00: "Il Rito della Mattanza" e presentazione dell’antico borgo
Ø Ore 11.30: Presentazione della manifestazione e conferenza con dibattito sulle tematiche che verranno affrontate nel corso di questa edizione
Ø Ore 13.30: La tradizionale colazione contadina
Ø Ore 16.00: La serata con il folklore della valle
Costumi e colori della tradizioni popolari nella suggestiva atmosfera dei fuochi di Sant’Antonio tra le note dei tipici strumenti musicali popolari e le poesie dei cantastorie molisani
Ø Ore 20.00: Il Re maiale a tavola
Cena con pietanze tipiche delle tradizioni molisane e nazionali in collaborazione con importanti chef dell’Unione Italiana Ristoratori (www.ristouir.it)
Ø Pernottamento alla "Piana dei Mulini"

Domenica 18
In mattinata:
Ø visita guidata del sito archeologico di Altilia (Sepino): Antica città romana di fondata sulla precedente città sannita (abitata già prima del IV sec. a.C. , successivamente conquistata e distrutta dai romani nel III sec a.C. durante la III guerra sannitica);
Ø escursione naturalistica dell’oasi naturale WWF di Guardiaregia : La seconda Oasi WWF più estesa in Italia 2187 ettari. Sentiero natura con pannelli didattici, osservatorio, centro visita, foresteria, rifugio;
Ø ripartenze.

Il costo del pacchetto è di € 69,00 a persona

La quota del pacchetto base comprende:
· Quota di partecipazione alla manifestazione
· Cena di sabato 17
· Pernottamento con colazione
· Accompagnatore per escursioni ed attività del giorno 18
· Ingresso al sito archeologico e all’oasi naturalistica WWF di Guardiaregia

La quota non comprende:
· Servizio guida qualificata
· Tutto ciò che non è scritto nella sezione "La quota comprende"

 

NOTE:
· Gli spostamenti sono da considerare con mezzi propri, a seguito dell’accompagnatore

<div class="

Precedente Molise: il piano anti-crisi Successivo Fondi per terremoto: la De Camillis assicura tutti