In memoria di Antonio Picariello

La scomparsa del professor Antonio Picariello addolora anche “Forche Caudine” in quanto la sua straordinaria attività culturale s’è spesso “incrociata” con la nostra.

Figura di spicco della cultura molisana, è scomparso a soli 64 anni dopo una malattia. Insegnava italiano e storia all’Istituto Alberghiero di Termoli (Campobasso), era apprezzato come critico d’arte e saggista; inesauribile appassionato d’arte e cultura.
Fondatore del movimento artistico “Arcetyp’Art”, con catalogo pubblicato da Electa Napoli, ha curato tre edizioni del “Premio Termoli”.

E’ stato tra gli ideatori e gli organizzatori del meeting sulla giovane critica d’arte italiana “TrackerArt”.

Ha curato eventi culturali, mostre e rassegne in Africa, Sud America, Europa.

Alla famiglia le condoglianze di “Forche Caudine”.

Precedente Ma davvero ha un senso far ripartire il campionato di calcio a giugno? Successivo Grazie a lettori e sostenitori