I gusti alimentari dei bambini non dipendono da mamma e babbo



ROMA – “Ha ripreso tutto da mamma”. Una litania che non è applicabile, a quanto pare, al mondo dell’alimentazione. Almeno secondo quanto emerge dalla ricerca pubblicata sul “Journal of epidemiology and community health” e coordinato da Youfa Wang della Johns Hopkins University di Baltimora.
Secondo lo studio, frutto di uno screening approfondito delle ricerche scientifiche settoriali effettuate a partire dal 1980, i genitori influenzano poco i gusti dei bambini. I risultati dimostrerebbero una scarsa correlazione tra i gusti dei bambini e quelli dei genitori.
Viceversa, l’alimentazione dei ragazzi è influenzata da ben altri fattori, in testa le mense scolastiche ma anche i pranzi fuori casa. Occasioni in cui l’ambiente familiare ricopre un ruolo marginale. Nelle scelte alimentari, inoltre, è più determinante l’influenza dei coetanei che quella, appunto, di mamma e papà.

<div class="

Precedente Inattività degli adulti: dati drammatici in Molise Successivo Le interviste ai candidati per le provinciali di Campobasso