Martedì 22 febbraio a Roma convegno del Pd sulla sanità



Martedì 22 febbraio a Roma convegno del Pd sulla sanità

ROMA – “La sanità nel Lazio affonda. Riflessioni e proposte per salvaguardare il diritto alla salute” è il titolo del convegno che avrà luogo martedì 22 Febbraio 2011, dalle ore 17.30, presso l’hotel “Capital Inn”, via Carlo Santarelli 96, Roma.
Il convegno, promosso dal Partito democratico, nasce dall’idea del dottor Marco Scipioni, membro dell’assemblea della Federazione romana e regionale del Pd. L’iniziativa trae spunto dall’esigenza di fare chiarezza sui punti oscuri che caratterizzano il nuovo Piano sanitario regionale.
“Un piano, quello varato dalla Giunta Polverini – afferma Scipioni – che nelle intenzioni avrebbe dovuto comportare un risparmio per le casse regionali, ma che si è rivelato, specie nelle province, solo come una lunga serie di tagli e di zone d’ombra, con ricadute inaccettabili sia sul piano dei servizi ai cittadini che su quello dell’occupazione”.
Il convegno costituirà dunque uno spazio dedicato alla riflessione ed all’elaborazione di proposte su un tema di primissimo piano quale la tutela del diritto alla salute dei cittadini, da legare necessariamente ad una gestione trasparente ed efficiente delle risorse pubbliche.
Al convegno, coordinato da Marco Scipioni stesso, parteciperanno anche il dottor Adolfo Pagnanelli (primario del Pronto Soccorso al Policlinico Casilino), l’onorevole Esterino Montino (capogruppo del Pd alla Regione Lazio), l’onorevole Umberto Marroni (capogruppo del Pd al Comune di Roma) e Tonino D’Annibale (consigliere del Pd alla Regione Lazio). E ancora, prenderanno parte all’iniziativa Lorenzo Mazzoli (segretario Cgil Fp Lazio), Vittorio Alveti (consigliere all’VIII Municipio) e Fulvio Papini (coordinatore del circolo Pd “Torre Spaccata”).
Per informazioni: Gianluca Miserendino, cell. 393-3372159, www.marcoscipioni.it.

<div class="

Precedente Sanremo, De Niro "il molisano" racconta la sua italianità Successivo Roma, il 26 marzo a Colli Aniene la manifestazione "Segnalib(e)ro"