Oratino (Cb), Tarsu +400%: commercianti in rivolta



ORATINO (CAMPOBASSO) – E’ un accenno di ciò che avverrà con il federalismo nel Sud ciò che sta avvenendo in un piccolo centro del Molise, dove la Tarsu, tassa che investe i commercianti, è stata aumentata del 400%?
Di fatto i titolari di alcuni esercizi pubblici di Oratino, comune a pochi chilometri da Campobasso, sono sul piede di guerra. Si lamentano per quell’aumento del 400% della Tarsu 2010 e annunciano di non voler pagare le bollette perché si trattarebbe di un vero e proprio salasso in un periodo di crisi nera.
I commercianti precisano che tale poco piacevole novità è frutto dalla delibera di Giunta comunale n. 26/2010 che ha rideterminato la tariffa solo per esercizi commerciali, portandola a dieci euro a metro quadrato rispetto ai due euro del precedente anno. Un aumento insostenibile per piccoli esercenti di un centro con 1.500 residenti.

<div class="

Precedente Come "muoversi" tra le messe: presentazione di un libro a Roma Successivo Roma, mercoledì 4 maggio con l'associazione "EleMentiConTorti"